Economia

Crescere sempre, in un mondo più smart

Crescere sempre, in un mondo più smart
Economia 09 Aprile 2016 ore 15:25

NOVARA - “Tecnologie smart per un mondo smart” è il motivo conduttore dell’edizione 2016 di Elettrica, la grande fiera del settore divenuta ormai un evento di importanza nazionale organizzato a cadenza biennale da “Comoli Ferrari”. Oltre 10.000 gli operatori che fino al 10 aprile, nella tensostruttura allestita davanti al “PalaIgor”, si troveranno a valutare le innovative proposte che Comoli Ferrari ha individuato per condividere con i propri interlocutori il proprio motto: “Crescere. Sempre. Comunque”.
E l’inaugurazione di Elettrica - giovedì sera in un PalaIgor gremito di dipendenti e autorità del mondo politico, imprenditoriale, economico e sportivo (presenti il Novara Calcio e la Igor Volley) - è stata proprio l’occasione per ribadire i punti cardine di un gruppo che era, è e vuole continuare a rimanere «una grande famiglia» e che nel 2015 ha sviluppato un fatturato di 285 milioni di euro e  concluso l’anno con una eccezionale mossa strategica, portando a termine l’acquisizione di Mauri Elettroforniture, storica società lombarda con un fatturato di 91 milioni di euro e oltre 300 collaboratori.
Un’azienda che - come ha sottolineato il presidente della Regione Sergio Chiamparino - «crea ricchezza sul territorio, credendo nell’Italia, nel Piemonte e in Novara, cosa che al giorno d’oggi non è così scontata. Un gruppo che punta sull’innovazione e fa propria la responsabilità sociale, con attenzione alle persone e al territorio».
Per la prima volta, quest’anno è mancata la presenza del “motore” del Gruppo, l’amministratore delegato Giampaolo Ferrari, trattenuto a casa da un problema di salute. Protagoniste della serata (condotta dalla presentatrice Irene Colombo) sono state quindi le giovani generazioni: Paolo, Margherita e Anastasia Ferrari. A loro il compito di illustrare ai numerosissimi presenti le sfide che attendono il gruppo. «Siamo una delle principali realtà del settore - ha detto Margherita Ferrari - e abbiamo l’obbligo di offrire nuove opportunità. Abbiamo puntato su sostenibilità e innovazione: siamo un mix di energia e capacità di cambiamento». Una «community social», ha sottolineato Anastasia Ferrari, «che sa affiancare alle migliori tecnologie una disponibilità fuori dal comune. E Elettrica ha fatto della concretezza, dei contenuti e delle proposte il suo appeal».
Il Gruppo, ha ricordato Paolo Ferrari, «è nato nel 1929 per crescere col crescere dell’impiantistica elettrica. Per decenni abbiamo messo a disposizione dei clienti il meglio che il mercato offriva. Oggi possiamo permetterci di poggiare su una solida struttura, dalla quale ci alziamo spesso in punta di piedi per guardare il mondo. Sappiamo cambiare ogni volta che serve e guardiamo al futuro con eccitazione cercando la bellezza: una visione di qualità che corrisponde ad una visione del mondo appagante e armonica. Concetti che - ha concluso Paolo Ferrari - sono riassunti in una sola parola: “smart”».
La serata ha offerto anche l’occasione per consegnare un riconoscimento ai dipendenti con il maggior numero di anni di anzianità. Tra loro, premiati col “bronzo super” Stefano Brunetti, Monica Niatti, Giovanni Piemontesi e Vincenzo Sciarra; con l’”argento” Enrico Bogni, Gaudenzio Colli, Moreno Faustini e Mauro Siviero; con l’”oro” i decani Lorenzo Rosso e Stefano Visca.
La fiera: qualche numero. Elettrica resterà aperta fino a domani, domenica 10 aprile. 182 gli espositori che presentano  le novità per le “smart city” in tema di automazione, domotica, sicurezza, climatizzazione, energie rinnovabili e soluzioni avanzate per l’impiantistica, il risparmio energetico, wired and wireless. Un punto d’incontro in cui Comoli Ferrari fa convergere i clienti delle sue 110 filiali diffuse in 8 regioni per incontrare i principali esperti italiani e internazionali: produttori, distributori, progettisti, architetti, consulenti, certificatori si confrontano con installatori, impiantisti, manutentori, industrie e anche studenti degli istituti tecnici e delle università. Dieci complessivamente gli  incontri tecnici che affrontano svariate tematiche: dagli allarmi, all’antincendio, al condizionamento, all’accumulo di energia solare, alle reti wireless, alla sicurezza, all’automazione, e nei diversi ambiti di applicazione: residenziale, terziario, con particolare attenzione a retail, negozi e food, all’industria, alle installazioni pubbliche. Due i convegni: ieri, 8 aprile, si è parlato con il Comitato Elettrotecnico Italiano di “Sistemi elettrici – Prestazioni funzionali, energetiche e di sicurezza”; oggi, sabato 9 aprile con l’”Ucimu-Sistemi per produrre” il tema è “Macchina utensile motore dell’economia”.
Laura Cavalli

NELLA FOTO: Paolo Ferrari con la cugina Anastasia e la presentatrice Irene Colombo

NOVARA - “Tecnologie smart per un mondo smart” è il motivo conduttore dell’edizione 2016 di Elettrica, la grande fiera del settore divenuta ormai un evento di importanza nazionale organizzato a cadenza biennale da “Comoli Ferrari”. Oltre 10.000 gli operatori che fino al 10 aprile, nella tensostruttura allestita davanti al “PalaIgor”, si troveranno a valutare le innovative proposte che Comoli Ferrari ha individuato per condividere con i propri interlocutori il proprio motto: “Crescere. Sempre. Comunque”.
E l’inaugurazione di Elettrica - giovedì sera in un PalaIgor gremito di dipendenti e autorità del mondo politico, imprenditoriale, economico e sportivo (presenti il Novara Calcio e la Igor Volley) - è stata proprio l’occasione per ribadire i punti cardine di un gruppo che era, è e vuole continuare a rimanere «una grande famiglia» e che nel 2015 ha sviluppato un fatturato di 285 milioni di euro e  concluso l’anno con una eccezionale mossa strategica, portando a termine l’acquisizione di Mauri Elettroforniture, storica società lombarda con un fatturato di 91 milioni di euro e oltre 300 collaboratori.
Un’azienda che - come ha sottolineato il presidente della Regione Sergio Chiamparino - «crea ricchezza sul territorio, credendo nell’Italia, nel Piemonte e in Novara, cosa che al giorno d’oggi non è così scontata. Un gruppo che punta sull’innovazione e fa propria la responsabilità sociale, con attenzione alle persone e al territorio».
Per la prima volta, quest’anno è mancata la presenza del “motore” del Gruppo, l’amministratore delegato Giampaolo Ferrari, trattenuto a casa da un problema di salute. Protagoniste della serata (condotta dalla presentatrice Irene Colombo) sono state quindi le giovani generazioni: Paolo, Margherita e Anastasia Ferrari. A loro il compito di illustrare ai numerosissimi presenti le sfide che attendono il gruppo. «Siamo una delle principali realtà del settore - ha detto Margherita Ferrari - e abbiamo l’obbligo di offrire nuove opportunità. Abbiamo puntato su sostenibilità e innovazione: siamo un mix di energia e capacità di cambiamento». Una «community social», ha sottolineato Anastasia Ferrari, «che sa affiancare alle migliori tecnologie una disponibilità fuori dal comune. E Elettrica ha fatto della concretezza, dei contenuti e delle proposte il suo appeal».
Il Gruppo, ha ricordato Paolo Ferrari, «è nato nel 1929 per crescere col crescere dell’impiantistica elettrica. Per decenni abbiamo messo a disposizione dei clienti il meglio che il mercato offriva. Oggi possiamo permetterci di poggiare su una solida struttura, dalla quale ci alziamo spesso in punta di piedi per guardare il mondo. Sappiamo cambiare ogni volta che serve e guardiamo al futuro con eccitazione cercando la bellezza: una visione di qualità che corrisponde ad una visione del mondo appagante e armonica. Concetti che - ha concluso Paolo Ferrari - sono riassunti in una sola parola: “smart”».
La serata ha offerto anche l’occasione per consegnare un riconoscimento ai dipendenti con il maggior numero di anni di anzianità. Tra loro, premiati col “bronzo super” Stefano Brunetti, Monica Niatti, Giovanni Piemontesi e Vincenzo Sciarra; con l’”argento” Enrico Bogni, Gaudenzio Colli, Moreno Faustini e Mauro Siviero; con l’”oro” i decani Lorenzo Rosso e Stefano Visca.
La fiera: qualche numero. Elettrica resterà aperta fino a domani, domenica 10 aprile. 182 gli espositori che presentano  le novità per le “smart city” in tema di automazione, domotica, sicurezza, climatizzazione, energie rinnovabili e soluzioni avanzate per l’impiantistica, il risparmio energetico, wired and wireless. Un punto d’incontro in cui Comoli Ferrari fa convergere i clienti delle sue 110 filiali diffuse in 8 regioni per incontrare i principali esperti italiani e internazionali: produttori, distributori, progettisti, architetti, consulenti, certificatori si confrontano con installatori, impiantisti, manutentori, industrie e anche studenti degli istituti tecnici e delle università. Dieci complessivamente gli  incontri tecnici che affrontano svariate tematiche: dagli allarmi, all’antincendio, al condizionamento, all’accumulo di energia solare, alle reti wireless, alla sicurezza, all’automazione, e nei diversi ambiti di applicazione: residenziale, terziario, con particolare attenzione a retail, negozi e food, all’industria, alle installazioni pubbliche. Due i convegni: ieri, 8 aprile, si è parlato con il Comitato Elettrotecnico Italiano di “Sistemi elettrici – Prestazioni funzionali, energetiche e di sicurezza”; oggi, sabato 9 aprile con l’”Ucimu-Sistemi per produrre” il tema è “Macchina utensile motore dell’economia”.
Laura Cavalli

 

NELLA FOTO: Paolo Ferrari con la cugina Anastasia e la presentatrice Irene Colombo

Seguici sui nostri canali