Crisi Tamini Trasformatori, confronto in Municipio

Crisi Tamini Trasformatori, confronto in Municipio
Economia 15 Aprile 2016 ore 18:26

NOVARA - Si è svolto quest’oggi, presso la Sala Consiliare del Municipio, l’annunciato primo confronto tra le autorità, le organizzazioni sindacali e la proprietà, per trovare una soluzione alla crisi occupazionale di Tamini Trasformatori.

Il dibattito è proseguito per due ore e mezza e vi hanno preso parte il sindaco Andrea Ballaré, il prefetto Francesco Paolo Castaldo, i parlamentari Biondelli, Falcone e Crippa, il dottor Chiama (in rappresentanza dell’assessore regionale al Lavoro Pentenero), l’assessore regionale Ferrari con i consiglieri Rossi ed Andrissi, il delegato per il lavoro della Provincia Diana, i capigruppo comunali Brivitello, Reali, Andretta e Zacchero, il presidente del Consiglio Comunale Bosio, il direttore dell'Associazione Industriali Curini, l’amministratore delegato di Tamini Trasformatori Alberto Iperti oltre alle organizzazioni sindacali.

Al termine dell’incontro il sindaco, anche a nome delle istituzioni presenti, ha con forza voluto rimarcare alla proprietà aziendale la particolare importanza che per l’intera città rivestono le sorti dei lavoratori e dell’azienda. “Sono state ascoltate le posizioni di tutte le parti in causa –ha ripetuto Ballarè - ed è iniziato il confronto al quale ognuno ha contribuito in modo costruttivo. A testimonianza di questo, già nel pomeriggio riprenderanno gli incontri ed il dialogo tra organizzazioni sindacali e azienda. Ognuno – ha concluso Ballarè - si è reso disponibile per garantire supporto perché questa crisi si possa risolvere nel migliore dei modi”.

NOVARA - Si è svolto quest’oggi, presso la Sala Consiliare del Municipio, l’annunciato primo confronto tra le autorità, le organizzazioni sindacali e la proprietà, per trovare una soluzione alla crisi occupazionale di Tamini Trasformatori.

Il dibattito è proseguito per due ore e mezza e vi hanno preso parte il sindaco Andrea Ballaré, il prefetto Francesco Paolo Castaldo, i parlamentari Biondelli, Falcone e Crippa, il dottor Chiama (in rappresentanza dell’assessore regionale al Lavoro Pentenero), l’assessore regionale Ferrari con i consiglieri Rossi ed Andrissi, il delegato per il lavoro della Provincia Diana, i capigruppo comunali Brivitello, Reali, Andretta e Zacchero, il presidente del Consiglio Comunale Bosio, il direttore dell'Associazione Industriali Curini, l’amministratore delegato di Tamini Trasformatori Alberto Iperti oltre alle organizzazioni sindacali.

Al termine dell’incontro il sindaco, anche a nome delle istituzioni presenti, ha con forza voluto rimarcare alla proprietà aziendale la particolare importanza che per l’intera città rivestono le sorti dei lavoratori e dell’azienda. “Sono state ascoltate le posizioni di tutte le parti in causa –ha ripetuto Ballarè - ed è iniziato il confronto al quale ognuno ha contribuito in modo costruttivo. A testimonianza di questo, già nel pomeriggio riprenderanno gli incontri ed il dialogo tra organizzazioni sindacali e azienda. Ognuno – ha concluso Ballarè - si è reso disponibile per garantire supporto perché questa crisi si possa risolvere nel migliore dei modi”.