Menu
Cerca

Dalla Regione nuove misure per la casa

Dalla Regione nuove misure per la casa
Economia 13 Luglio 2015 ore 21:30

NOVARA – L’Assessore regionale alle Politiche sociali, alla Famiglia e alla Casa, il novarese Augusto Ferrari, ha illustrato negli scorsi giorni ai membri della II Commissione del Consiglio regionale, alcuni provvedimenti in materia di edilizia sociale, ripercorrendo i processi di riforma che hanno interessato le Agenzie Territoriali per la Casa e soffermandosi, in particolare, sul programma di recupero e razionalizzazione degli immobili e degli alloggi di edilizia residenziale pubblica e sulle misure da porre in essere, nel 2015, al fine di fornire risposte alle problematiche dell’abitare

“Il 29 giugno 2015 – ha spiegato l’assessore – la Giunta regionale ha approvato una delibera che stabilisce criteri e indirizzi per la raccolta delle proposte di intervento da parte di Comuni e ATC nel quadro di un programma di recupero e razionalizzazione degli immobili e degli alloggi di edilizia residenziale pubblica, articolato in due linee di intervento. La prima è finalizzata a rendere prontamente disponibili gli alloggi sfitti attraverso interventi di importo inferiore a 15.000 euro da realizzare entro 60 giorni dalla data della determinazione regionale di concessione del finanziamento; la seconda è finalizzata al ripristino degli alloggi di risulta e alla manutenzione straordinaria degli alloggi, delle parti comuni o dell’intero edificio attraverso un insieme di tipologie di intervento cumulativamente ammissibili a finanziamento, nel limite di 50.000 euro ad alloggio. Alla Regione Piemonte sono stati complessivamente destinati 5.295.026,40 euro per gli interventi della prima linea e 30.444.463,95 per quelli della seconda”.

“Un provvedimento che verrà portato in Giunta a breve – ha proseguito Ferrari – riguarda l’individuazione delle misure di intervento da porre in essere nell’anno 2015 al fine di fornire risposte alle problematiche abitative nel settore dell’affitto dei cittadini residenti in Piemonte attraverso quattro linee: Fondo per il sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione, Agenzie sociali per la locazione, fondo per la morosità incolpevole, fondo sociale per gli assegnatari di edilizia sociale. Elemento comune di tutte le misure previste è rappresentato dall’indicatore della situazione economica equivalente (ISEE). Importante è sottilineare, inoltre, che la proposta di delibera contenente le quattro misure rappresenta il consolidamento di un percorso iniziato lo scorso anno finalizzato a coordinare e razionalizzare i bandi di sostegno alla locazione per fornire ai cittadini piemontesi risposte certe e tempestive”.

“In questo momento di grande difficoltà economica – ha concluso l’assessore Ferrari – abbiamo deciso di anticipare la pubblicazione dei bandi per l’anno 2015 al mese di luglio, anziché mantenerla a dicembre al fine di consentire un accesso alle risorse in tempi più rapidi”.

mo.c.

NOVARA – L’Assessore regionale alle Politiche sociali, alla Famiglia e alla Casa, il novarese Augusto Ferrari, ha illustrato negli scorsi giorni ai membri della II Commissione del Consiglio regionale, alcuni provvedimenti in materia di edilizia sociale, ripercorrendo i processi di riforma che hanno interessato le Agenzie Territoriali per la Casa e soffermandosi, in particolare, sul programma di recupero e razionalizzazione degli immobili e degli alloggi di edilizia residenziale pubblica e sulle misure da porre in essere, nel 2015, al fine di fornire risposte alle problematiche dell’abitare

“Il 29 giugno 2015 – ha spiegato l’assessore – la Giunta regionale ha approvato una delibera che stabilisce criteri e indirizzi per la raccolta delle proposte di intervento da parte di Comuni e ATC nel quadro di un programma di recupero e razionalizzazione degli immobili e degli alloggi di edilizia residenziale pubblica, articolato in due linee di intervento. La prima è finalizzata a rendere prontamente disponibili gli alloggi sfitti attraverso interventi di importo inferiore a 15.000 euro da realizzare entro 60 giorni dalla data della determinazione regionale di concessione del finanziamento; la seconda è finalizzata al ripristino degli alloggi di risulta e alla manutenzione straordinaria degli alloggi, delle parti comuni o dell’intero edificio attraverso un insieme di tipologie di intervento cumulativamente ammissibili a finanziamento, nel limite di 50.000 euro ad alloggio. Alla Regione Piemonte sono stati complessivamente destinati 5.295.026,40 euro per gli interventi della prima linea e 30.444.463,95 per quelli della seconda”.

“Un provvedimento che verrà portato in Giunta a breve – ha proseguito Ferrari – riguarda l’individuazione delle misure di intervento da porre in essere nell’anno 2015 al fine di fornire risposte alle problematiche abitative nel settore dell’affitto dei cittadini residenti in Piemonte attraverso quattro linee: Fondo per il sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione, Agenzie sociali per la locazione, fondo per la morosità incolpevole, fondo sociale per gli assegnatari di edilizia sociale. Elemento comune di tutte le misure previste è rappresentato dall’indicatore della situazione economica equivalente (ISEE). Importante è sottilineare, inoltre, che la proposta di delibera contenente le quattro misure rappresenta il consolidamento di un percorso iniziato lo scorso anno finalizzato a coordinare e razionalizzare i bandi di sostegno alla locazione per fornire ai cittadini piemontesi risposte certe e tempestive”.

“In questo momento di grande difficoltà economica – ha concluso l’assessore Ferrari – abbiamo deciso di anticipare la pubblicazione dei bandi per l’anno 2015 al mese di luglio, anziché mantenerla a dicembre al fine di consentire un accesso alle risorse in tempi più rapidi”.

mo.c.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli