«Fondamentali gli investimenti nella ricerca»

«Fondamentali gli investimenti nella ricerca»
Economia 24 Aprile 2015 ore 15:28

«Se la nostra economia e, più in generale, le economie occidentali vogliono riprendersi il ruolo che compete loro, non potranno esimersi da ingenti sforzi, anche finanziari, nella ricerca di alto livello. Parlando di efficienza energetica, infatti, possiamo toccare con mano come siano state proprio le ricadute di ingenti investimenti nella ricerca scientifica a consentirci gli incredibili passi in avanti, e i conseguenti risparmi, che abbiamo compiuto: pensiamo, ad esempio, alle applicazioni dei motori a inverter, figli delle ricerche nel campo dei magneti e della nuova elettronica, e alle applicazioni, derivanti direttamente dagli studi di fisica delle particelle sui fotoni, dei Led nell'illuminotecnica. Per questo motivo un attento portafoglio di investimenti, bilanciato fra "green economy", "hard economy" e "soft economy", è, probabilmente, l'unica arma che i nostri governi hanno a disposizione per spingere sull'acceleratore della crescita». Lo ha detto Federico Zaveri, presidente del Consorzio "San Giulio", la società di approvvigionamenti energetici dell'Associazione Industriali di Novara, durante il suo intervento al workshop "L'efficienza (energetica) paga!", organizzato dal "San Giulio" e da Energetic Source Spa, attuale fornitrice di energia elettrica e di gas naturale alle aziende consorziate. 
La prima parte dei lavori, moderati dalla giornalista del "Sole 24 ore" Sissi Bellomo, ha visto confrontarsi Maurizio Genoni, componente il Consiglio direttivo dell'Ain, Matteo Piasini, direttore commerciale di Energetic Source, Federico Luiso, della Direzione osservatorio, vigilanza e controlli dell'Autorità per l'energia elettrica, il gas e il sistema idrico, Nino Di Franco, responsabile dell'Unità tecnica per l'efficienza energetica dell'Enea, Alberto Mauro, direttore della Divisione Banca Popolare di Novara del Banco Popolare, ed Eliana Baici, presidente del Comitato territoriale di consultazione e credito della Divisione Banca Popolare di Novara del Banco Popolare e direttore del Dipartimento di studi per l'economia e l'impresa dell'Università del Piemonte Orientale. 
«Sono particolarmente contento - ha commentato Piasini - di poter essere qui oggi insieme con il Consorzio "San Giulio", con cui abbiamo iniziato un percorso che dura da 8 anni. Per noi la strada dell'efficienza energetica  è fondamentale non solo per continuare la strada con il Consorzio, ma anche con l'obiettivo di  fornire alle aziende tutti quegli strumenti ad elevato valore aggiunto che le aiutino a competere in questo mercato che, purtroppo, in Italia sconta una tariffa superiore di circa il 40% rispetto alla media europea». 

«Se la nostra economia e, più in generale, le economie occidentali vogliono riprendersi il ruolo che compete loro, non potranno esimersi da ingenti sforzi, anche finanziari, nella ricerca di alto livello. Parlando di efficienza energetica, infatti, possiamo toccare con mano come siano state proprio le ricadute di ingenti investimenti nella ricerca scientifica a consentirci gli incredibili passi in avanti, e i conseguenti risparmi, che abbiamo compiuto: pensiamo, ad esempio, alle applicazioni dei motori a inverter, figli delle ricerche nel campo dei magneti e della nuova elettronica, e alle applicazioni, derivanti direttamente dagli studi di fisica delle particelle sui fotoni, dei Led nell'illuminotecnica. Per questo motivo un attento portafoglio di investimenti, bilanciato fra "green economy", "hard economy" e "soft economy", è, probabilmente, l'unica arma che i nostri governi hanno a disposizione per spingere sull'acceleratore della crescita». Lo ha detto Federico Zaveri, presidente del Consorzio "San Giulio", la società di approvvigionamenti energetici dell'Associazione Industriali di Novara, durante il suo intervento al workshop "L'efficienza (energetica) paga!", organizzato dal "San Giulio" e da Energetic Source Spa, attuale fornitrice di energia elettrica e di gas naturale alle aziende consorziate. 
La prima parte dei lavori, moderati dalla giornalista del "Sole 24 ore" Sissi Bellomo, ha visto confrontarsi Maurizio Genoni, componente il Consiglio direttivo dell'Ain, Matteo Piasini, direttore commerciale di Energetic Source, Federico Luiso, della Direzione osservatorio, vigilanza e controlli dell'Autorità per l'energia elettrica, il gas e il sistema idrico, Nino Di Franco, responsabile dell'Unità tecnica per l'efficienza energetica dell'Enea, Alberto Mauro, direttore della Divisione Banca Popolare di Novara del Banco Popolare, ed Eliana Baici, presidente del Comitato territoriale di consultazione e credito della Divisione Banca Popolare di Novara del Banco Popolare e direttore del Dipartimento di studi per l'economia e l'impresa dell'Università del Piemonte Orientale. 
«Sono particolarmente contento - ha commentato Piasini - di poter essere qui oggi insieme con il Consorzio "San Giulio", con cui abbiamo iniziato un percorso che dura da 8 anni. Per noi la strada dell'efficienza energetica  è fondamentale non solo per continuare la strada con il Consorzio, ma anche con l'obiettivo di  fornire alle aziende tutti quegli strumenti ad elevato valore aggiunto che le aiutino a competere in questo mercato che, purtroppo, in Italia sconta una tariffa superiore di circa il 40% rispetto alla media europea». 
Nel suo intervento Genoni, dopo avere evidenziato le ricadute positive dell'efficienza energetica sui conti economici aziendali, ha illustrato le iniziative recentemente attivate dall'Ain in materia, come la "banca-dati" comune alle associazioni territoriali del sistema Confindustria delle province di Novara, Biella e Vercelli-Valsesia che elabora le numerose offerte trasmesse dalle società che offrono servizi e attività collegate al tema dell'efficienza energetica in modo da renderle omogenee e comparabili tra loro e che viene costantemente aggiornata dagli esperti delle tre organizzazioni. 
Dopo la proiezione di un filmato realizzato da "San Giulio" ed Energetic Source per presentare le "case histories" delle aziende B-Pack Spa, Balchem Italia Spa, Nuova Fima Spa e Zucchetti Rubinetterie Spa, la seconda sessione di lavori ha visto confrontarsi Bartolomeo Cutrona, responsabile tecnico ed Efficienza energetica di Energetic Source, Emilio Trovati, responsabile dell'Ufficio finanza strutturata della Divisione Banca Popolare di Novara del Banco Popolare, e i rappresentnati di altre quattro aziende novaresi aderenti al "San Giulio" (Fabio Leonardi, amministratore delegato della Igor Srl, Claudio Comi, direttore di stabilimento della Procos Spa, Paolo Cerutti, direttore Servizi generali della Caleffi Spa, e Giovanni Tedesco, direttore Sicurezza, ambiente e di stabilimento della Mirato Spa), che hanno esposto le più recenti azioni intraprese con successo all'interno dei loro stabilimenti in tema di efficienza energetica. 

> VEDI LA FOTOGALLERY 

v.s.