Economia

Gestore energia, cosa valutare quando si sceglie

Gestore energia, cosa valutare quando si sceglie
Economia 30 Novembre 2021 ore 11:41

Da quando in Italia è stato introdotto il mercato libero, si sente spesso parlare della possibilità di cambiare gestore energia. Anche il caro energia ha portato molte famiglie a valutare la possibilità di cambiare fornitore di luce e gas per riuscire a spendere meno in bolletta. Tuttavia, molti consumatori sono restii a effettuare tale cambiamento anche quando se potrebbe portare a un risparmio. Il maggiore timore da parte dei consumatori è quello che il passaggio di fornitore luce e gas comporti dei rischi. Affidabilità e trasparenza sono le due principali qualità da ricercare quando si sceglie un gestore energia.

L'affidabilità del gestore gas e luce

La liberalizzazione del mercato energetico ha portato all’emanazione di tutta una serie di normative volte a favorire la libera concorrenza. Questo porterà sicuramente benefici economici agli utenti poiché, inevitabilmente, una maggiore concorrenza produrrà un abbattimento dei costi. Occorre però avere delle accortezze per non finire nelle mani di qualche nuovo operatore "improvvisato". Il consiglio è quello di valutare certamente le tariffe, ma non solo: mettere prima di tutto l'affidabilità del gestore energia. Ad esempio, un fornitore con esperienza decennale nel settore sarà in grado di dare maggiori garanzie. Con un operatore affidabile non ci sarà il rischio di "brutte sorprese" legate sia al prezzo della commodity sia a modalità e tempi di recesso, o clausole critiche. Ci sono operatori che hanno esperienza addirittura ultra centenaria. Citiamo ad esempio la società Nuovenergie, la cui storia è iniziata nel 1891 a Rho, in provincia di Milano, quando ancora il gas era utilizzato per l'illuminazione pubblica. Da allora ha accompagnato passo dopo passo tutte le evoluzioni del mercato arrivando ormai a 130 candeline. Estendendo i suoi servizi in tutto il Nord Italia, anche nel territorio di Novara in cui è presente con diversi punti vendita.

Trasparenza

Per evitare di finire nelle mani di qualche operatore senza scrupolo, conviene diffidare di gestori che lavorano con tecniche di marketing aggressive e poco trasparenti. Evitare di aderire velocemente a offerte "last minute" se si è poco informati e non preparati. Non confermare contratti quando si è presi alla sprovvista, magari al telefono. Prima di scegliere il gestore energia è sempre meglio valutare e informarsi. Visitare il sito dell’operatore da cui si è stati contattati, guardare anche quello del fornitore attuale e fare paragoni con altri eventuali concorrenti per capire - effettivamente - qual è la scelta migliore. Se si hanno dubbi, prediligere un gestore energia facilmente contattabile via web, ma anche disponibile telefonicamente o fisicamente nei punti vendita sul territorio.