Il riso novarese “spiegato” ai cinesi

Il riso novarese “spiegato” ai cinesi
Economia 15 Settembre 2015 ore 09:22

NOVARA - Un evento dedicato alle terre d’acqua e alle risaie novaresi nel China Corporate United Pavilion, il padiglione delle imprese cinesi di Expo 2015, dove, fino al 19 settembre, la Regione Piemonte e la Camera di Commercio di Torino promuoveranno il meglio del territorio piemontese nell’ambito dell’iniziativa “Il Piemonte nel cuore della Cina”. 

Il calendario di incontri è realizzato con il supporto di Ceipiemonte e Booking Piemonte e la collaborazione delle Agenzie turistiche locali. 

La presenza si protrarrà ancora per una settimana, fino a venerdì 25, grazie alla permanenza nella stessa area di Confcommercio Piemonte. Più di 50 i turisti e gli operatori che hanno preso parte alla presentazione curata dall’Atl di Novara, accompagnata da uno showcooking dei risi neri, i risi dell’Imperatore, in abbinamento a una degustazione di vini delle Colline Novaresi.

Protagonista anche il Museo Etnografico dell’attrezzo agricolo ‘l Civel (in dialetto, il fermo per la ruota dei carri agricoli), microcosmo nell’antico Cascinale dei Nobili a Casalbeltrame, dove natura, tradizione, cultura e memoria si fondono, dando vita ad un singolare museo tematico che ruota attorno alla cultura contadina e alla tradizione della risicoltura.

«La partnership con la Cina - sottolinea l'assessore alla Cultura e Turismo della Regione Piemonte, Antonella Parigi - nasce proprio dalla volontà di creare opportunità come questa per le delegazioni che gravitano nel padiglione cinese delle imprese e che sono giunte in Italia per visitare l'Expo 2015».

«Il riso rappresenta uno dei prodotti agroalimentari del Piemonte più noti ed apprezzati - ha sottolineato durate la presentazione la presidente dell’Atl di Novara, Maria Rosa Fagnoni - Le risaie caratterizzano in modo inconfondibile il paesaggio agrario delle zone del Basso Novarese, luoghi dove è particolarmente forte il connubio acqua e paesaggio. Verso questa nostra tipicità abbiamo riscontrato molto interesse, con una grande partecipazione di pubblico eterogeneo e di operatori, tour operator italiani e cinesi, interessati ad approfondire e conoscere le terre del Novarese».

«Il nostro obiettivo  - spiega Luigi Barbero, presidente di Booking Piemonte, il portale istituzionale per le prenotazioni turistiche on-line - è quello di sviluppare la collaborazione nata in occasione di Expo costruendo specifici progetti e pacchetti rivolti al mercato cinese».

l.c.

NOVARA - Un evento dedicato alle terre d’acqua e alle risaie novaresi nel China Corporate United Pavilion, il padiglione delle imprese cinesi di Expo 2015, dove, fino al 19 settembre, la Regione Piemonte e la Camera di Commercio di Torino promuoveranno il meglio del territorio piemontese nell’ambito dell’iniziativa “Il Piemonte nel cuore della Cina”. 

Il calendario di incontri è realizzato con il supporto di Ceipiemonte e Booking Piemonte e la collaborazione delle Agenzie turistiche locali. 

La presenza si protrarrà ancora per una settimana, fino a venerdì 25, grazie alla permanenza nella stessa area di Confcommercio Piemonte. Più di 50 i turisti e gli operatori che hanno preso parte alla presentazione curata dall’Atl di Novara, accompagnata da uno showcooking dei risi neri, i risi dell’Imperatore, in abbinamento a una degustazione di vini delle Colline Novaresi.

Protagonista anche il Museo Etnografico dell’attrezzo agricolo ‘l Civel (in dialetto, il fermo per la ruota dei carri agricoli), microcosmo nell’antico Cascinale dei Nobili a Casalbeltrame, dove natura, tradizione, cultura e memoria si fondono, dando vita ad un singolare museo tematico che ruota attorno alla cultura contadina e alla tradizione della risicoltura.

«La partnership con la Cina - sottolinea l'assessore alla Cultura e Turismo della Regione Piemonte, Antonella Parigi - nasce proprio dalla volontà di creare opportunità come questa per le delegazioni che gravitano nel padiglione cinese delle imprese e che sono giunte in Italia per visitare l'Expo 2015».

«Il riso rappresenta uno dei prodotti agroalimentari del Piemonte più noti ed apprezzati - ha sottolineato durate la presentazione la presidente dell’Atl di Novara, Maria Rosa Fagnoni - Le risaie caratterizzano in modo inconfondibile il paesaggio agrario delle zone del Basso Novarese, luoghi dove è particolarmente forte il connubio acqua e paesaggio. Verso questa nostra tipicità abbiamo riscontrato molto interesse, con una grande partecipazione di pubblico eterogeneo e di operatori, tour operator italiani e cinesi, interessati ad approfondire e conoscere le terre del Novarese».

«Il nostro obiettivo  - spiega Luigi Barbero, presidente di Booking Piemonte, il portale istituzionale per le prenotazioni turistiche on-line - è quello di sviluppare la collaborazione nata in occasione di Expo costruendo specifici progetti e pacchetti rivolti al mercato cinese».

l.c.