Call for Ideas

Im.patto, con Nova Coop un patto per il territorio

Il progetto si svilupperà in 8 territori del Piemonte: Torino, Collegno, Beinasco, Biella, Alessandria, Novara, Borgomanero - Arona e Gravellona – Omegna e Verbania.

Im.patto, con Nova Coop un patto per il territorio
Economia Novara, 27 Novembre 2020 ore 11:21

Im.patto: con Coop un patto di territorio, il primo percorso di co-progettazione sui temi del cibo, del benessere e della salute che Nova Coop lancia sul territorio piemontese per costruire e condividere valore con le comunità locali. L’obiettivo è quello di facilitare la generazione e rigenerazione di legami e relazioni nelle comunità locali, e sviluppare risposte coordinate ai bisogni dei cittadini partendo dall’ascolto degli stakeholder e progettando insieme a loro.

Im.patto: in otto territori del Piemonte

Nova Coop è presente sul territorio piemontese e in parte di quello lombardo con 64 punti vendita e 600 mila soci. La Cooperativa si occupa di consumo, ma non solo: in linea con i suoi principi statutari, è un soggetto che vuole da una parte sensibilizzare i soci e i clienti ad un consumo consapevole, dall’altra agire sul territorio per condividere valore con le comunità.
Im.patto è un percorso di co-progettazione in cui Nova Coop mette a disposizione risorse economiche, ma anche professionalità e supporto logistico per progetti e attività finalizzati al benessere collettivo, da realizzare insieme a chi, sui territori, vorrà sperimentare questa alleanza per un lavoro comune a beneficio delle comunità.
Il progetto si svilupperà in 8 territori del Piemonte: Torino, Collegno, Beinasco, Biella, Alessandria, Novara, Borgomanero – Arona, Gravellona – Omegna e Verbania. Gli ambiti di intervento ammessi saranno quelli di maggiore pertinenza con le finalità della Cooperativa a partire dagli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile: sconfiggere la fame, salute e benessere, città e comunità sostenibili, consumo e produzioni responsabili.

Al via la prima Call for Ideas

Dal 23 novembre al 24 dicembre 2020 si terrà la prima fase di Im.patto: una Call for Ideas rivolta ad associazioni, cooperative ed enti del terzo settore, ma anche a soggetti istituzionali e imprese, per raccogliere spunti progettuali e sviluppare insieme azioni concrete a beneficio dei territori. La successiva valutazione delle idee pervenute non porterà ad assegnare un unico vincitore per territorio ma all’ammissione alla fase successiva delle proposte giudicate adatte a lavorare in co-progettazione e soddisfare i bisogni dei cittadini. I proponenti verranno invitati a condividerle in gruppi di lavoro locali, coordinati da Nova Coop, per passare “dalle idee all’idea”: un unico progetto territoriale che possa concretizzarsi, grazie alla collaborazione tra soggetti diversi, in un patto con il territorio ed essere supportato e finanziato da Nova Coop. Le risorse che verranno investite complessivamente ammontano a 250.000 euro. Il calendario del progetto prevede l’esame delle proposte pervenute nella Call for Ideas entro il 15 gennaio 2021, l’avvio dei gruppi di lavoro territoriali entro fine gennaio 2021 e la realizzazione delle idee progettuali a partire da aprile 2021.
Silvio Ambrogio, direttore Politiche sociali di Nova Coop, spiega: «Nel particolare momento di emergenza sanitaria che stiamo vivendo assistiamo a gravi difficoltà sul piano economico e sociale e a una profonda incertezza rispetto al futuro. In questo scenario Nova Coop crede che sia ancora più necessario costruire risposte a bisogni materiali e non, mettendo insieme le risorse ancora disponibili in processi di scambio e supporto reciproco. Il progetto Im.patto rappresenta il nostro tentativo di ripensare il modo di fare cooperazione sul territorio per costruire risposte alle grandi sfide della società attuale lavorando a soluzioni condivise e attivando processi partecipativi».
La call e i moduli per aderire a Im.patto sono disponibili sul sito www.im-patto.it

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità