Economia

“Impresa Femminile Singolare”: ecco le vincitrici del premio

“Impresa Femminile Singolare”: ecco le vincitrici del premio
Economia 11 Dicembre 2015 ore 18:40

NOVARA – Riconoscimenti a sette imprenditrici e lavoratrici di successo sono stati consegnati oggi, venerdì 11 dicembre, alla Camera di Commercio di Novara, in occasione della cerimonia del premio “Impresa Femminile Singolare”, giunto alla quarta edizione.
Moto Galloni di Bassi Giorgia di Borgomanero si è aggiudicata il premio per l’originalità dell’attività svolta (fabbricazione di biciclette elettriche dal design vintage); Safe Trasformatori S.r.l. di Briona per il carattere internazionale d’impresa (conseguimento di certificazioni di qualità e tecniche che hanno permesso di operare in mercati esteri); Apostolo Laura di Alzate di Momo per la valorizzazione del territorio (fattoria didattica, coltivazione, allevamento e trasformazione del latte), mentre Ad Interni S.n.c. di Novara e Dimensione Benessere di Gnemmi Roberta di Veveri sono state premiate ex aequo per le iniziative di responsabilità sociale d’impresa (rispettivamente officina di nuovi talenti e sensibilizzazione della figura di estetista oncologica).
L’iniziativa è stata promossa dal Comitato per la promozione dell’imprenditoria femminile, in collaborazione con l’Ente camerale e la Consigliera di Parità e con il patrocinio di Provincia e Comune di Novara, quest’ultimo rappresentato dall’assessore alle pari opportunità Margherita Patti, intervenuta alla premiazione.

NOVARA – Riconoscimenti a sette imprenditrici e lavoratrici di successo sono stati consegnati oggi, venerdì 11 dicembre, alla Camera di Commercio di Novara, in occasione della cerimonia del premio “Impresa Femminile Singolare”, giunto alla quarta edizione.
Moto Galloni di Bassi Giorgia di Borgomanero si è aggiudicata il premio per l’originalità dell’attività svolta (fabbricazione di biciclette elettriche dal design vintage); Safe Trasformatori S.r.l. di Briona per il carattere internazionale d’impresa (conseguimento di certificazioni di qualità e tecniche che hanno permesso di operare in mercati esteri); Apostolo Laura di Alzate di Momo per la valorizzazione del territorio (fattoria didattica, coltivazione, allevamento e trasformazione del latte), mentre Ad Interni S.n.c. di Novara e Dimensione Benessere di Gnemmi Roberta di Veveri sono state premiate ex aequo per le iniziative di responsabilità sociale d’impresa (rispettivamente officina di nuovi talenti e sensibilizzazione della figura di estetista oncologica).
L’iniziativa è stata promossa dal Comitato per la promozione dell’imprenditoria femminile, in collaborazione con l’Ente camerale e la Consigliera di Parità e con il patrocinio di Provincia e Comune di Novara, quest’ultimo rappresentato dall’assessore alle pari opportunità Margherita Patti, intervenuta alla premiazione.
«Al 30 settembre 2015 le imprese femminili novaresi ammontano a 6.901 – ha spiegato Maurizio Comoli, presidente della Camera di Commercio di Novara – con un’incidenza sul totale delle imprese provinciali pari al 22,1%. Il trend positivo manifestato dalle imprese femminili nel corso degli ultimi dieci anni, eccezion fatta per la battuta d’arresto del 2014, e l’aumento della quota di assunzioni per le quali uomini e donne sono ritenuti ugualmente adatti confermano un ruolo sempre più attivo della componente “rosa” all’interno della nostra economia, con ancora ampi margini di crescita, soprattutto qualitativa».
Tra i riconoscimenti consegnati da Anna Ida Russo, presidente del Comitato per la promozione dell’imprenditoria femminile, due sono stati assegnati ad imprese non femminili. Si tratta dell’impresa Columbian Carbon Europa S.r.l. di Trecate per il miglior progetto di responsabilità sociale (progetto Family Service, che prevede supporto nell’assistenza parentale per le dipendenti in trasferta), mentre Laura Fortis della Fratelli Pettinaroli S.p.A. di San Maurizio D’Opaglio si è distinta in qualità di miglior manager donna.
«L’imprenditoria femminile novarese appare in crescita nell’ultimo decennio e in buona salute: prova ne sono le premiate di oggi – commenta Anna Ida Russo – Le imprese guidate da donne, in particolare, si distinguono per la loro resilienza, ossia per la capacità di adattarsi e reinventarsi, anche di fronte alle situazioni più avverse, conservando la passione che le anima e che dona loro una marcia in più».

v.s.