Ambiente

In Piemonte 8 milioni e 700 mila euro per riaprire il bando sull’illuminazione pubblica

L'annuncio dell'assessore Matteo Marnati.

In Piemonte 8 milioni e 700 mila euro per riaprire il bando sull’illuminazione pubblica
Economia 31 Gennaio 2021 ore 09:10

Illuminazione pubblica dalla Regione 8 milioni e 700mila euro per riaprire il bando del 2019.

Fondi dalla Regione per l’efficientamento della pubblica illuminazione

Altre risorse per incrementare i fondi da destinare all’efficientamento della pubblica illuminazione: la Giunta ha infatti approvato, su proposta dell’assessore regionale all’Ambiente e Energia, Matteo Marnati, lo stanziamento di 8 milioni e 700mila euro per la riapertura del bando, chiuso a fine maggio del 2019, che aveva riscosso un interesse superiore alle aspettative. Una misura che va nella direzione non solo dell’innovazione ma anche, e soprattutto, in quella della riduzione dei consumi energetici con la conseguente riduzione delle emissioni di inquinanti in atmosfera.

Il commento dell’assessore Matteo Marnati

“Un altro passo nella direzione del miglioramento della qualità dell’aria – commenta l’assessore Marnati – Grazie al successo della prima edizione che ha consentito ad oltre 100 amministrazioni comunali di utilizzare 20 milioni di euro di contributi del Por Fesr per rinnovare in modo radicale i propri impianti, la Giunta ha accolto le istanze di molti Comuni che hanno manifestato interesse per la riapertura del bando”.

La misura si aprirà in primavera

La nuova misura, che si aprirà in primavera, sarà sostanzialmente identica, nelle modalità, a quella precedente; beneficiari saranno gli enti pubblici che avranno tempo un anno per ultimare i progetti e che potranno avere un contributo massimo pari a 400mila euro.

Il bando precedente, quello chiuso nel 2019, aveva permesso di efficientare 36.020 punti luce con un risparmio medio di energia elettrica del 58%, Sotto il profilo delle emissioni, gli interventi finora finanziati garantiscono, in modo strutturale e quindi annualmente, riduzioni significative degli inquinanti Pm10 (41 kg all’anno), CO2 (5908 tonnellate all’anno) e 3241 chilogrammi all’anno di ossidi di azoto.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli