Economia

Iniziano i saldi: i consigli per acquisti sicuri

Iniziano i saldi: i consigli per acquisti sicuri
Economia 05 Gennaio 2016 ore 01:14

NOVARA - Oggi iniziano ufficialmente i saldi. L’Osservatorio Nazionale Federconsumatori prevede una spesa intorno ai 180 euro a famiglia, come lo scorso anno a conferma di un quadro ancora stagnante nei consumi (a Natale -1,6% per i regali rispetto al 2014). "Da tempo- scrivono da Federconsumatori - auspichiamo la piena liberalizzazione dei saldi mentre si verificano i soliti episodi di ‘saldi camuffati’ in attesa delle date ufficiali con concorrenze sleali tra commercianti".
Federconsumatori fornisce anche alcuni sempre utili consigli per gli acquisti in tempo di saldi: osservare e fotografare i prezzi esposti prima dell’avvio dei saldi e o altre offerte simili per valutare la convenienza dell’offerta delle merce messa in saldo, confrontare bene le offerte in diversi punti vendita; sul cartellino del saldo deve essere indicato obbligatoriamente il vecchio prezzo, quello nuovo ed il valore in percentuale dello sconto praticato; i prodotti in saldo devono essere di fine stagione dell’anno in corso, la merce di altre stagioni va tenuta e venduta separata; diffidare da sconti eccessivi o da vetrine coperte da manifesti o altro che impedisca la visione dei prodotti; non vi è obbligo di prova dei capi prima dell’acquisto, diffidare tuttavia da chi non consente la prova del capo ma concede la sola visione; i pagamenti con Pos tramite bancomat o carte di credito dal giugno 2014 debbono essere sempre accettati per importi superiori a 30 euro; conservare sempre lo scontrino come prova di acquisto, in caso di merce fallata o non conforme vi è obbligo di sostituzione o di rimborso, non vi invece obbligo di sostituzione e rimborso per capi o prodotti su cui vi è stato un ‘ripensamento’ dopo l’acquisto; segnalare ai Vigili Urbani problemi, comportamenti e indicazioni scorrette.
v.s.

NOVARA - Oggi iniziano ufficialmente i saldi. L’Osservatorio Nazionale Federconsumatori prevede una spesa intorno ai 180 euro a famiglia, come lo scorso anno a conferma di un quadro ancora stagnante nei consumi (a Natale -1,6% per i regali rispetto al 2014). "Da tempo- scrivono da Federconsumatori - auspichiamo la piena liberalizzazione dei saldi mentre si verificano i soliti episodi di ‘saldi camuffati’ in attesa delle date ufficiali con concorrenze sleali tra commercianti".
Federconsumatori fornisce anche alcuni sempre utili consigli per gli acquisti in tempo di saldi: osservare e fotografare i prezzi esposti prima dell’avvio dei saldi e o altre offerte simili per valutare la convenienza dell’offerta delle merce messa in saldo, confrontare bene le offerte in diversi punti vendita; sul cartellino del saldo deve essere indicato obbligatoriamente il vecchio prezzo, quello nuovo ed il valore in percentuale dello sconto praticato; i prodotti in saldo devono essere di fine stagione dell’anno in corso, la merce di altre stagioni va tenuta e venduta separata; diffidare da sconti eccessivi o da vetrine coperte da manifesti o altro che impedisca la visione dei prodotti; non vi è obbligo di prova dei capi prima dell’acquisto, diffidare tuttavia da chi non consente la prova del capo ma concede la sola visione; i pagamenti con Pos tramite bancomat o carte di credito dal giugno 2014 debbono essere sempre accettati per importi superiori a 30 euro; conservare sempre lo scontrino come prova di acquisto, in caso di merce fallata o non conforme vi è obbligo di sostituzione o di rimborso, non vi invece obbligo di sostituzione e rimborso per capi o prodotti su cui vi è stato un ‘ripensamento’ dopo l’acquisto; segnalare ai Vigili Urbani problemi, comportamenti e indicazioni scorrette.
v.s.