Inizio d’anno negativo per la produzione novarese

Inizio d’anno negativo per la produzione novarese
Economia 11 Maggio 2015 ore 22:30

Apertura d’anno in ribasso per l’industria manifatturiera novarese che, dopo aver concluso il 2014 con una battuta d’arresto della produzione, vede invertire la serie di dinamiche positive registrate nei quattro trimestri precedenti, evidenziando un calo produttivo, seppur moderato.
Tra gennaio e marzo 2015 diminuiscono infatti, rispetto allo stesso periodo del 2014, sia la produzione (-0,6%) che, in misura più lieve, il fatturato (-0,1%).
La 174a “Indagine congiunturale sull’industria manifatturiera” vede Novara posizionarsi al quarto posto nella classifica delle performance provinciali: tutti i territori evidenziano variazioni negative della produzione, ad eccezione di Cuneo, con una media regionale che si attesta al -0,4%.
L’indagine ha coinvolto nel Novarese 161 imprese, per un totale di circa 9.540 addetti ed un fatturato superiore ai 2,9 miliardi di euro.
«Dopo la battuta d’arresto registrata in chiusura dello scorso anno l’attività produttiva novarese registra un calo, in linea con i risultati delle altre province piemontesi – commenta Maurizio Comoli, presidente della Camera di Commercio di Novara – Dall’indagine emerge un quadro caratterizzato ancora da diverse incertezze, sebbene mitigate rispetto al passato e diversificate a seconda dei settori di attività economica. 
La nota favorevole è rappresentata dalle schiarite che si intravedono nelle previsioni future e che potrebbero indicare l’inizio di una risalita, che dovrà tuttavia trovare conferma nelle prossime rilevazioni».
v.s.

Apertura d’anno in ribasso per l’industria manifatturiera novarese che, dopo aver concluso il 2014 con una battuta d’arresto della produzione, vede invertire la serie di dinamiche positive registrate nei quattro trimestri precedenti, evidenziando un calo produttivo, seppur moderato.
Tra gennaio e marzo 2015 diminuiscono infatti, rispetto allo stesso periodo del 2014, sia la produzione (-0,6%) che, in misura più lieve, il fatturato (-0,1%).
La 174a “Indagine congiunturale sull’industria manifatturiera” vede Novara posizionarsi al quarto posto nella classifica delle performance provinciali: tutti i territori evidenziano variazioni negative della produzione, ad eccezione di Cuneo, con una media regionale che si attesta al -0,4%.
L’indagine ha coinvolto nel Novarese 161 imprese, per un totale di circa 9.540 addetti ed un fatturato superiore ai 2,9 miliardi di euro.
«Dopo la battuta d’arresto registrata in chiusura dello scorso anno l’attività produttiva novarese registra un calo, in linea con i risultati delle altre province piemontesi – commenta Maurizio Comoli, presidente della Camera di Commercio di Novara – Dall’indagine emerge un quadro caratterizzato ancora da diverse incertezze, sebbene mitigate rispetto al passato e diversificate a seconda dei settori di attività economica. 
La nota favorevole è rappresentata dalle schiarite che si intravedono nelle previsioni future e che potrebbero indicare l’inizio di una risalita, che dovrà tuttavia trovare conferma nelle prossime rilevazioni».
v.s.