Italia Unica ha una “porta” novarese

Italia Unica ha una “porta” novarese
06 Febbraio 2015 ore 16:07

Corrado Passera, dopo la breve esperienza come ministro dello Sviluppo economico nel governo Monti, torna alla politica attiva e, dopo un periodo di rodaggio, trasforma il movimento Italia Unica in un partito che si presenterà alle prossime elezioni politiche.

L’ex ad di Banca Intesa-Sanpaolo lo ha presentato sabato scorso all’hotel Hilton. Circa 45 minuti a braccio per delineare il profilo di Italia Unica; illustrare la collocazione politica (“Siamo popolari moderni, liberali e riformisti radicali, alternativi a Renzi e ai populismi di Grillo, Salvini e  Berlusconi”); stabilire i paletti d’azione nelle prossime settimane (“Lanciamo proposte mobilitanti su famiglie e fisco”) e annunciare che il simbolo sarà presente alle prossime elezioni politiche (“quando ci saranno”), mentre nella tornata amministrativa di primavera “ci scalderemo i muscoli nelle comunali laddove ce ne saranno le condizioni”. Sono stati questi  i punti salienti del discorso con il quale Passera, in qualità di presidente del neo movimento, ha concluso i lavori dell’assemblea costituente del partito e alla quale hanno partecipato circa tremila aderenti in rappresentanza di oltre 150  “porte” sparse su tutto il territorio nazionale.

Corrado Passera, dopo la breve esperienza come ministro dello Sviluppo economico nel governo Monti, torna alla politica attiva e, dopo un periodo di rodaggio, trasforma il movimento Italia Unica in un partito che si presenterà alle prossime elezioni politiche.

L’ex ad di Banca Intesa-Sanpaolo lo ha presentato sabato scorso all’hotel Hilton. Circa 45 minuti a braccio per delineare il profilo di Italia Unica; illustrare la collocazione politica (“Siamo popolari moderni, liberali e riformisti radicali, alternativi a Renzi e ai populismi di Grillo, Salvini e  Berlusconi”); stabilire i paletti d’azione nelle prossime settimane (“Lanciamo proposte mobilitanti su famiglie e fisco”) e annunciare che il simbolo sarà presente alle prossime elezioni politiche (“quando ci saranno”), mentre nella tornata amministrativa di primavera “ci scalderemo i muscoli nelle comunali laddove ce ne saranno le condizioni”. Sono stati questi  i punti salienti del discorso con il quale Passera, in qualità di presidente del neo movimento, ha concluso i lavori dell’assemblea costituente del partito e alla quale hanno partecipato circa tremila aderenti in rappresentanza di oltre 150  “porte” sparse su tutto il territorio nazionale.

Esiste già anche una porta tutta novarese, che ha come soci fondatori Jessica e Roberto Carfora ed Eva Nuzzo: “Siamo un gruppo di cittadini – spiegano sul sito di Italia Unica – convinti che un vero cambiamento per rilanciare il Paese sia possibile solo con l’impegno e il coinvolgimento di tutti. Per questo abbiamo deciso di impegnarci al servizio della nostra comunità, condividendo valori e progetti di Italia Unica. Vogliamo partire – proseguono – dall’ascolto e dall’impegno direttamente sul nostro territorio, proponendo progetti concreti e coinvolgendo altri cittadini che, come noi”.

Sandro Devecchi

Leggi l’articolo integrale sul Corriere di Novara di giovedì 5 febbraio 

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità