Mercato immobiliare, timida ripresa

Mercato immobiliare, timida ripresa
12 Gennaio 2015 ore 15:22

NOVARA – Mercato immobiliare: anche in uno dei settori che maggiormente sta patendo gli effetti della crisi qualcosa sembra muoversi. I dati forniti all’Ufficio studi del Gruppo Tecnocasa e relativi ai primi mesi del 2014 evidenziano, per la provincia di Novara, timidi segnali di ripresa anche se i prezzi sono in ribasso dell’1,4%. Il numero di richieste è segnalato in aumento ed anche l’erogazione dei mutui fa registrare tempi più brevi da parte delle banche. A cercare casa, nel Novarese, sono principalmente 

NOVARA – Mercato immobiliare: anche in uno dei settori che maggiormente sta patendo gli effetti della crisi qualcosa sembra muoversi. I dati forniti all’Ufficio studi del Gruppo Tecnocasa e relativi ai primi mesi del 2014 evidenziano, per la provincia di Novara, timidi segnali di ripresa anche se i prezzi sono in ribasso dell’1,4%. Il numero di richieste è segnalato in aumento ed anche l’erogazione dei mutui fa registrare tempi più brevi da parte delle banche. A cercare casa, nel Novarese, sono principalmente famiglie e giovani coppie. E se la tipologia più richiesta è il trilocale, è il rapporto qualità prezzo a rimanere ancora la variabile predominante sulla scelta della casa. A Novara molto apprezzato il centro storico, in particolare da persone che già abitano in questa zona: qui è possibile acquistare soluzioni dei primi del ‘900 completamente da ristrutturare a 1100-1200 € al mq, mentre per le tipologie già ristrutturate i valori salgono a 2000-2500 € al mq. Attivo anche il mercato degli affitti della città, alimentato soprattutto da chi in questo momento non riesce ad acquistare. Il canone di un bilocale può variare tra 300 e 500 € al mese in base alle zone ed alle tipologie, mentre per i trilocali la spesa mensile oscilla tra 550 e 650 €.

Laura Cavalli

Leggi l’articolo integrale sul Corriere di Novara di lunedì 12 gennaio 2015

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità