Menu
Cerca

Mercatone Uno, nessuna novità per il punto vendita di Romagnano Sesia

Mercatone Uno, nessuna novità per il punto vendita di Romagnano Sesia
Economia 18 Luglio 2015 ore 17:42

ROMAGNANO SESIA – Ancora nessuna novità per il punto vendita di Romagnano Sesia della catena Mercatone Uno. Nei giorni scorsi i Commissari del Gruppo hanno avuto un incontro al Ministero dello Sviluppo Economico con i sindacati per esporre i risultati del Bando per l’acquisto delle attività del Gruppo. I Commissari hanno anche illustrato il programma di una possibile riapertura di 10 punti vendita, arrivando così all’operatività in 60 negozi sui 78 inizialmente esistenti. “I 10 centri sono stati individuati sulla base delle stimabili potenzialità commerciali dei rispettivi siti e delle relative aree di ubicazione” si legge nel comunicato stampa del Gruppo. Di questi 10, 4 sono già stati individuati: sono quelli di Roma, Pombia (NO), Carrè (VI) e Tavernerio (CO). Per l’altro punto vendita chiuso nel Novarese, quello appunto di Romagnano Sesia, non resta che sperare nella prossima verifica delle condizioni operative che porterà alla scelta degli altri centri da riattivare.

l.pa

ROMAGNANO SESIA – Ancora nessuna novità per il punto vendita di Romagnano Sesia della catena Mercatone Uno. Nei giorni scorsi i Commissari del Gruppo hanno avuto un incontro al Ministero dello Sviluppo Economico con i sindacati per esporre i risultati del Bando per l’acquisto delle attività del Gruppo. I Commissari hanno anche illustrato il programma di una possibile riapertura di 10 punti vendita, arrivando così all’operatività in 60 negozi sui 78 inizialmente esistenti. “I 10 centri sono stati individuati sulla base delle stimabili potenzialità commerciali dei rispettivi siti e delle relative aree di ubicazione” si legge nel comunicato stampa del Gruppo. Di questi 10, 4 sono già stati individuati: sono quelli di Roma, Pombia (NO), Carrè (VI) e Tavernerio (CO). Per l’altro punto vendita chiuso nel Novarese, quello appunto di Romagnano Sesia, non resta che sperare nella prossima verifica delle condizioni operative che porterà alla scelta degli altri centri da riattivare.

l.pa

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli