Economia

"Novara ha il futuro in testa", iniziata la terza tappa

"Novara ha il futuro in testa", iniziata la terza tappa
Economia 09 Dicembre 2015 ore 13:08

NOVARA - Terza tappa del percorso di condivisione del bilancio di mandato del sindaco Andrea Ballarè "Novara ha il futuro in testa", dedicata alle famiglie e ai bambini. Oggi alle 8 il primo cittadino con l'assessore all'Istruzione Margherita Patti e la consigliera comunale Cecilia Sacco, ha incontrato alla scuola primaria "Rigutini" di S. Agabio, i volontari (genitori e nonni) che con grande impegno e disponibilità garantiscono quotidianamente il servizio del pedibus. «Si tratta - ha detto il sindaco - di un servizio di valore sotto diversi punti di vista: anzitutto si dà una mano concreta alle famiglie che per motivi di lavoro o personali hanno difficoltà ad accompagnare a scuola i propri figli; poi si contribuisce alla riduzione del traffico, diminuendo il numero di vetture che si muovono in un orario già di grande congestione; infine si dà ai ragazzi un esempio concreto di "buona educazione" stradale e di rispetto delle regole». All'incontro ha partecipato l'assessore all'istruzione Margherita Patti, presete anche . Un altro consigliere comunale residente a S.Agabio, Alessandro Negri, è uno dei più attivi volontari del pedibus.
Prima di lasciare la Rigutini, il sindaco, con la dirigente scolastica Clara Cregno, ha consegnato ai volontari un piccolo segno di ringraziamento per il lavoro che svolgono a vantaggio delle famiglie del quartiere.
La mattinata è proseguita con la visita all'asilo nido Girotondo di via Redi, nel quartiere di S.Andrea. «I nidi da quarant'anni rappresentano una vera e propria eccellenza nell'attività del Comune di Novara  - ha detto il sindaco, affiancato dall'assessore alle politiche sociali Elia Impaloni - riconosciuta, ma sulla quale non ci fermiamo, e continuiamo ad investire. In questi anni più recenti, ad esempio, la nuova organizzazione degli orari, con la possibilità di una maggiore flessibilità, il nuovo sistema di calcolo "personalizzato" delle rette che rispondono ad un criterio di maggiore giustizia e progressività, il rafforzamento della struttura con quattro assunzioni di educatori deliberate negli ultimi giorni sono gesti concreti che testimoniano quanto la nostra amministrazione abbia a cuore il servizio, che consideriamo centrale nelle politiche concrete a favore della famiglia».
Gli Asili Nido Comunali, dedicati ai bambini dai 3 mesi ai 3 anni, sono aperti da settembre a giugno, da lunedì a venerdì con orario 8-16, ma con la possibilità di anticipare l’entrata alle 7.30 e posticipare l’uscita alle 17. I bambini sono accolti in sezioni omogenee per età: Piccoli, Medi, Grandi e all’interno delle sezioni ogni educatrice è di riferimento per un piccolo gruppo di bambini, in particolare durante il periodo di inserimento. Durante l'anno ci sono due periodi per le iscrizioni: a marzo e a ottobre (nel 2015 sono stati dal 18 al 31 marzo e dal 1 al 14 ottobre); durante il periodo di iscrizione di marzo è possibile visitare le strutture che sono le seguenti: Andersen in viale Roma, 43 (54 bambini); Arcobaleno in via Pianca, 30 (20 bambini); Balconi in largo Cantore, 2  (24 bambini); Folletti in via Juvarra, 7/a (54 bambini); Girotondo in via Redi, 4 (54 bambini); Panda in via Sforzesca, 89 (42 bambini); Peter Pan in viale Verdi 5 (72 bambini); Pollicino in via Lazzarino, 2 (72 bambini); Il Coriandolo in via della Riotta, 19/c (14 bambini). Oltre a questi ci sono dei posti in convenzione in alcuni nidi privati della città. 
La tappa dedicata alle famiglie prosegue oggi pomeriggio alle 14.30 al Parco dei Bambini con la presentazione del progetto “Il cuore verde di Novara” e alle 17 al Centro per le famiglie in via della Riotta. Domani alle 21 presso la ex sede del Consiglio di Quartiere Nord Est in via San Rocco 1, assemblea pubblica per presentare il progetto esecutivo di riqualificazione dell’area delle ex Ferrovie nord.

v.s.

NOVARA - Terza tappa del percorso di condivisione del bilancio di mandato del sindaco Andrea Ballarè "Novara ha il futuro in testa", dedicata alle famiglie e ai bambini. Oggi alle 8 il primo cittadino con l'assessore all'Istruzione Margherita Patti e la consigliera comunale Cecilia Sacco, ha incontrato alla scuola primaria "Rigutini" di S. Agabio, i volontari (genitori e nonni) che con grande impegno e disponibilità garantiscono quotidianamente il servizio del pedibus. «Si tratta - ha detto il sindaco - di un servizio di valore sotto diversi punti di vista: anzitutto si dà una mano concreta alle famiglie che per motivi di lavoro o personali hanno difficoltà ad accompagnare a scuola i propri figli; poi si contribuisce alla riduzione del traffico, diminuendo il numero di vetture che si muovono in un orario già di grande congestione; infine si dà ai ragazzi un esempio concreto di "buona educazione" stradale e di rispetto delle regole». All'incontro ha partecipato l'assessore all'istruzione Margherita Patti, presete anche . Un altro consigliere comunale residente a S.Agabio, Alessandro Negri, è uno dei più attivi volontari del pedibus.
Prima di lasciare la Rigutini, il sindaco, con la dirigente scolastica Clara Cregno, ha consegnato ai volontari un piccolo segno di ringraziamento per il lavoro che svolgono a vantaggio delle famiglie del quartiere.
La mattinata è proseguita con la visita all'asilo nido Girotondo di via Redi, nel quartiere di S.Andrea. «I nidi da quarant'anni rappresentano una vera e propria eccellenza nell'attività del Comune di Novara  - ha detto il sindaco, affiancato dall'assessore alle politiche sociali Elia Impaloni - riconosciuta, ma sulla quale non ci fermiamo, e continuiamo ad investire. In questi anni più recenti, ad esempio, la nuova organizzazione degli orari, con la possibilità di una maggiore flessibilità, il nuovo sistema di calcolo "personalizzato" delle rette che rispondono ad un criterio di maggiore giustizia e progressività, il rafforzamento della struttura con quattro assunzioni di educatori deliberate negli ultimi giorni sono gesti concreti che testimoniano quanto la nostra amministrazione abbia a cuore il servizio, che consideriamo centrale nelle politiche concrete a favore della famiglia».
Gli Asili Nido Comunali, dedicati ai bambini dai 3 mesi ai 3 anni, sono aperti da settembre a giugno, da lunedì a venerdì con orario 8-16, ma con la possibilità di anticipare l’entrata alle 7.30 e posticipare l’uscita alle 17. I bambini sono accolti in sezioni omogenee per età: Piccoli, Medi, Grandi e all’interno delle sezioni ogni educatrice è di riferimento per un piccolo gruppo di bambini, in particolare durante il periodo di inserimento. Durante l'anno ci sono due periodi per le iscrizioni: a marzo e a ottobre (nel 2015 sono stati dal 18 al 31 marzo e dal 1 al 14 ottobre); durante il periodo di iscrizione di marzo è possibile visitare le strutture che sono le seguenti: Andersen in viale Roma, 43 (54 bambini); Arcobaleno in via Pianca, 30 (20 bambini); Balconi in largo Cantore, 2  (24 bambini); Folletti in via Juvarra, 7/a (54 bambini); Girotondo in via Redi, 4 (54 bambini); Panda in via Sforzesca, 89 (42 bambini); Peter Pan in viale Verdi 5 (72 bambini); Pollicino in via Lazzarino, 2 (72 bambini); Il Coriandolo in via della Riotta, 19/c (14 bambini). Oltre a questi ci sono dei posti in convenzione in alcuni nidi privati della città. 
La tappa dedicata alle famiglie prosegue oggi pomeriggio alle 14.30 al Parco dei Bambini con la presentazione del progetto “Il cuore verde di Novara” e alle 17 al Centro per le famiglie in via della Riotta. Domani alle 21 presso la ex sede del Consiglio di Quartiere Nord Est in via San Rocco 1, assemblea pubblica per presentare il progetto esecutivo di riqualificazione dell’area delle ex Ferrovie nord.

v.s.