Economia

“Novara ha il futuro in testa”

“Novara ha il futuro in testa”
Economia 18 Novembre 2015 ore 08:39

NOVARA-  Si è tenuta ieri pomeriggio al Circolo dei Lettori al Broletto la conferenza stampa sul percorso di condivisione con la città del bilancio di fine mandato che ha come titolo/slogan “Novara ha il futuro in testa”. Come spiegato dal sindaco Andrea Ballaré si tratterà “non di un semplice rendiconto ma la narrazione del lavoro di 5 anni”. Percorso di condivisione sia con i mezzi di informazione sia con i cittadini che inizierà il 24 novembre per concludersi dopo varie tappe e iniziative a fine febbraio, inizio marzo del prossimo anno. 

“Cominceremo con la “Novara salvata”: l’inizio del percorso sarà dedicato a quanto abbiamo fatto nel primo periodo della nostra amministrazione quando dovevamo risolvere i problemi che ci erano stati lasciati e affrontare quelli causati dai tagli governativi, quando c’era appunto da salvare Novara” ha spiegato tra l’altro Ballaré, facendo riferimento ad esempio al Teatro Coccia. Poi il percorso proseguirà toccando altri sette temi: Novara dell’innovazione, Novara per le famiglie e i bambini, Novara sommersa, Novara della legalità, Novara della rigenerazione urbana, Novara dell’eccellenza. 

v.s.

 

Per saperne di più leggi il Corriere di Novara di giovedì 19 novembre 2015 

NOVARA-  Si è tenuta ieri pomeriggio al Circolo dei Lettori al Broletto la conferenza stampa sul percorso di condivisione con la città del bilancio di fine mandato che ha come titolo/slogan “Novara ha il futuro in testa”. Come spiegato dal sindaco Andrea Ballaré si tratterà “non di un semplice rendiconto ma la narrazione del lavoro di 5 anni”. Percorso di condivisione sia con i mezzi di informazione sia con i cittadini che inizierà il 24 novembre per concludersi dopo varie tappe e iniziative a fine febbraio, inizio marzo del prossimo anno. 

“Cominceremo con la “Novara salvata”: l’inizio del percorso sarà dedicato a quanto abbiamo fatto nel primo periodo della nostra amministrazione quando dovevamo risolvere i problemi che ci erano stati lasciati e affrontare quelli causati dai tagli governativi, quando c’era appunto da salvare Novara” ha spiegato tra l’altro Ballaré, facendo riferimento ad esempio al Teatro Coccia. Poi il percorso proseguirà toccando altri sette temi: Novara dell’innovazione, Novara per le famiglie e i bambini, Novara sommersa, Novara della legalità, Novara della rigenerazione urbana, Novara dell’eccellenza. 

v.s.

 

Per saperne di più leggi il Corriere di Novara di giovedì 19 novembre 2015