Economia

Oltre 400 i votanti alle primarie

Oltre 400 i votanti alle primarie
Economia 29 Febbraio 2016 ore 13:01

NOVARA - Il popolo novarese del centro-destra (o almeno una parte di esso) ha “battezzato” sabato mattina le “primarie”. Tanta gente all’albergo “Italia”, tra la soddisfazione degli stessi diretti interessati, accorsa per ascoltare un vero e proprio “face to face” all’americana tra i due duellanti - Daniele Andretta per il movimento civico “Io, Novara” da una parte e Antonio Pedrazzoli con il suo “Blue Party” dall’altra - e poi esprimere la sua preferenza su chi dovrà sfidare il sindaco in carica Andrea Ballaré alle prossime elezioni. Alla fine saranno 405 le schede già depositate nell’urna, ma come è stato ricordato più volte ci sarà modo di votare anche sabato prossimo, dalle 10 alle 18 nella sede di “Io, Novara”, in piazza Gramsci. 

Un “duello” all’insegna del massimo fair play: sorrisi, strette di mano e anche qualche… selfie hanno fatto da preambolo a una discussione durata un paio di ore, nel corso della quale i due candidati (sottoposti alle domande della moderatrice Michela Bossi e dei giornalisti presenti in sala) hanno toccato con mano tutte le varie problematiche della città, i temi sui quali, a loro giudizio, l’attuale Amministrazione non è stata in grado di trovare adeguate soluzioni e le loro “ricette” per i prossimi cinque anni. Una serie di «se sarò eletto sindaco mi impegnerò a fare…» anche ricco di spunti suggestivi

Luca Mattioli

Leggi di più sul Corriere di Novara di lunedì 29 febbraio 2016

NOVARA - Il popolo novarese del centro-destra (o almeno una parte di esso) ha “battezzato” sabato mattina le “primarie”. Tanta gente all’albergo “Italia”, tra la soddisfazione degli stessi diretti interessati, accorsa per ascoltare un vero e proprio “face to face” all’americana tra i due duellanti - Daniele Andretta per il movimento civico “Io, Novara” da una parte e Antonio Pedrazzoli con il suo “Blue Party” dall’altra - e poi esprimere la sua preferenza su chi dovrà sfidare il sindaco in carica Andrea Ballaré alle prossime elezioni. Alla fine saranno 405 le schede già depositate nell’urna, ma come è stato ricordato più volte ci sarà modo di votare anche sabato prossimo, dalle 10 alle 18 nella sede di “Io, Novara”, in piazza Gramsci. 

Un “duello” all’insegna del massimo fair play: sorrisi, strette di mano e anche qualche… selfie hanno fatto da preambolo a una discussione durata un paio di ore, nel corso della quale i due candidati (sottoposti alle domande della moderatrice Michela Bossi e dei giornalisti presenti in sala) hanno toccato con mano tutte le varie problematiche della città, i temi sui quali, a loro giudizio, l’attuale Amministrazione non è stata in grado di trovare adeguate soluzioni e le loro “ricette” per i prossimi cinque anni. Una serie di «se sarò eletto sindaco mi impegnerò a fare…» anche ricco di spunti suggestivi

Luca Mattioli

Leggi di più sul Corriere di Novara di lunedì 29 febbraio 2016

Seguici sui nostri canali