Pdl in Comune: “Troppe spese per pubblicità e auto. Grave il richiamo alla Giunta da parte dei revisori”

Pdl in Comune: “Troppe spese per pubblicità e auto. Grave il richiamo alla Giunta da parte dei revisori”
25 Marzo 2015 ore 21:53

NOVARA – “In un momento di gravi ristrettezze economiche per il Comune di Novara e per tutti i cittadini, mentre si consumano drammi dal punto di vista occupazionale, appare stridente il richiamo che il Collegio dei Revisori fa alla giunta Ballarè, che spende troppo in pubblicità, relazioni esterne ed autovetture”.

Inizia così un comunicato stampa del gruppo Pdl a Palazzo Cabrino, sede del Comune di Novara, che così commenta alcuni passaggi della relazione dei revisori in merito al bilancio di previsione.

“E’ inammissibile – sostengono i consiglieri Silvana Moscatelli, Daniele Andretta, Raimondo Giuliano, Riccardo Monteggia e Isabella Arnoldi – leggere che il valore della spesa per acquisto ed utilizzo di beni, servizi e per prestazioni di terzi non rispetti i parametri di legge. In particolare il collegio dei revisori bacchetta la giunta laddove dice che è emerso il significativo superamento dei parametri di spesa per voci come le relazioni pubbliche, convegni, mostre, pubblicità e spese di rappresentanza (per un totale di 24.000 euro) e per le autovetture, escluse ovviamente quelle di servizio per la tutela dell’ordine pubblico”.

“I revisori – continua la nota del Pdl – scrivono chiaramente che “Pur comprendendo le difficoltà dell’Ente al contenimento di tale spesa, l’Organo di revisione non può non segnalare che il rispetto di tali limiti costituisce un principio di coordinamento della finanza pubblica, ai quali gli enti debbono dare concreta attuazione”. Queste spese inutili debbono finire – scrivono i consiglieri di opposizione – e a questo proposito abbiamo presentato una serie di emendamenti al bilancio, che danno vita a un’operazione di spending rewiew quanto mai necessaria. La Giunta – concludono i consiglieri nel loro scritto – ha ancora la possibilità di correggere il tiro sul tema e ci auguriamo voglia farlo senza tentennamenti”.

mo.c.


NOVARA – “In un momento di gravi ristrettezze economiche per il Comune di Novara e per tutti i cittadini, mentre si consumano drammi dal punto di vista occupazionale, appare stridente il richiamo che il Collegio dei Revisori fa alla giunta Ballarè, che spende troppo in pubblicità, relazioni esterne ed autovetture”.

Inizia così un comunicato stampa del gruppo Pdl a Palazzo Cabrino, sede del Comune di Novara, che così commenta alcuni passaggi della relazione dei revisori in merito al bilancio di previsione.

“E’ inammissibile – sostengono i consiglieri Silvana Moscatelli, Daniele Andretta, Raimondo Giuliano, Riccardo Monteggia e Isabella Arnoldi – leggere che il valore della spesa per acquisto ed utilizzo di beni, servizi e per prestazioni di terzi non rispetti i parametri di legge. In particolare il collegio dei revisori bacchetta la giunta laddove dice che è emerso il significativo superamento dei parametri di spesa per voci come le relazioni pubbliche, convegni, mostre, pubblicità e spese di rappresentanza (per un totale di 24.000 euro) e per le autovetture, escluse ovviamente quelle di servizio per la tutela dell’ordine pubblico”.

“I revisori – continua la nota del Pdl – scrivono chiaramente che “Pur comprendendo le difficoltà dell’Ente al contenimento di tale spesa, l’Organo di revisione non può non segnalare che il rispetto di tali limiti costituisce un principio di coordinamento della finanza pubblica, ai quali gli enti debbono dare concreta attuazione”. Queste spese inutili debbono finire – scrivono i consiglieri di opposizione – e a questo proposito abbiamo presentato una serie di emendamenti al bilancio, che danno vita a un’operazione di spending rewiew quanto mai necessaria. La Giunta – concludono i consiglieri nel loro scritto – ha ancora la possibilità di correggere il tiro sul tema e ci auguriamo voglia farlo senza tentennamenti”.

mo.c.

 

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità