Economia

Piantanida candidato sindaco di “Pensionati e invalidi-Giovani”

Piantanida candidato sindaco di “Pensionati e invalidi-Giovani”
Economia 30 Ottobre 2015 ore 14:13

NOVARA – Lo avevano preannunciato a luglio che alle prossime “comunali” ci sarebbero stati, ed ecco ora l’annuncio ufficiale del candidato sindaco del “Partito Pensionati e Invalidi-Giovani insieme”, coordinato da Renato Marangon: si tratta di Romano Piantanida, classe 1948, imprenditore, ex titolare dell’omonimo negozio di articoli sportivi. «Di politica mi sono sempre interessato – dice – ma qui ora si parla di elezioni amministrative, di cose che riguardano direttamente i cittadini, con i partiti un po’ in disparte. Mi hanno proposto questa candidatura – un partito piccolo, una “parte povera” – e ho accettato. E’ un impegno civile al servizio indistintamente dei cittadini di tutte le classi sociali. Se potremo dare il nostro contributo all’amministrazione della città, punteremo su tecnici in ogni settore, e valuteremo argomento per argomento per trovare le giuste soluzioni. Non ci collochiamo in una precisa area politica: ripeto, valuteremo caso per caso, senza pregiudizi concettuali». Come spiega il coordinatore della lista, Renato Marangon: «Il nostro programma si baserà su quattro punti fondamentali: sicurezza, sociale, lavoro, cultura e tempo libero. Sarà nostro impegno, con la collaborazioni di tutti quelli che vogliano dedicarci il loro tempo e le loro idee, trovare le soluzioni e le risorse necessarie per realizzare quanto sopra esposto». Contatti via mail all’indirizzo renato.marangon@alice.it.
E per le prossime amministrative novaresi scendono in campo anche “quelli di Tosi”. Non è ancor a ben definito chi, come, in che termini – al riguardo si sta lavorando – ma è ormai certo che si presenteranno con una lista civica legata a “Ricostruiamo il Paese”, progetto politico del sindaco di Verona, che ha in Massimo Vallò il referente novarese. Il via libera è stato dato nel corso di un incontro fra lo stesso Vallò, accompagnato dall’ex consigliere provinciale Alessandro Albanese, e Flavio Tosi, avvenuto lo scorso weekend a Torino (insieme nella foto). Al termine, ci ha spiegato il primo cittadino veronese (dissidente leghista, come del resto Vallò, “defenestrato” da segretario cittadino del Carroccio): “Portiamo avanti le nostre idee e i nostri progetti attraverso liste civiche, che si stanno affermando un po’ ovunque, e del rato io stesso a Verona vinsi grazie alla mia civica”.

Paolo Viviani

Leggi di più sul Corriere di Novara di giovedì 29 ottobre

NOVARA – Lo avevano preannunciato a luglio che alle prossime “comunali” ci sarebbero stati, ed ecco ora l’annuncio ufficiale del candidato sindaco del “Partito Pensionati e Invalidi-Giovani insieme”, coordinato da Renato Marangon: si tratta di Romano Piantanida, classe 1948, imprenditore, ex titolare dell’omonimo negozio di articoli sportivi. «Di politica mi sono sempre interessato – dice – ma qui ora si parla di elezioni amministrative, di cose che riguardano direttamente i cittadini, con i partiti un po’ in disparte. Mi hanno proposto questa candidatura – un partito piccolo, una “parte povera” – e ho accettato. E’ un impegno civile al servizio indistintamente dei cittadini di tutte le classi sociali. Se potremo dare il nostro contributo all’amministrazione della città, punteremo su tecnici in ogni settore, e valuteremo argomento per argomento per trovare le giuste soluzioni. Non ci collochiamo in una precisa area politica: ripeto, valuteremo caso per caso, senza pregiudizi concettuali». Come spiega il coordinatore della lista, Renato Marangon: «Il nostro programma si baserà su quattro punti fondamentali: sicurezza, sociale, lavoro, cultura e tempo libero. Sarà nostro impegno, con la collaborazioni di tutti quelli che vogliano dedicarci il loro tempo e le loro idee, trovare le soluzioni e le risorse necessarie per realizzare quanto sopra esposto». Contatti via mail all’indirizzo renato.marangon@alice.it.
E per le prossime amministrative novaresi scendono in campo anche “quelli di Tosi”. Non è ancor a ben definito chi, come, in che termini – al riguardo si sta lavorando – ma è ormai certo che si presenteranno con una lista civica legata a “Ricostruiamo il Paese”, progetto politico del sindaco di Verona, che ha in Massimo Vallò il referente novarese. Il via libera è stato dato nel corso di un incontro fra lo stesso Vallò, accompagnato dall’ex consigliere provinciale Alessandro Albanese, e Flavio Tosi, avvenuto lo scorso weekend a Torino (insieme nella foto). Al termine, ci ha spiegato il primo cittadino veronese (dissidente leghista, come del resto Vallò, “defenestrato” da segretario cittadino del Carroccio): “Portiamo avanti le nostre idee e i nostri progetti attraverso liste civiche, che si stanno affermando un po’ ovunque, e del rato io stesso a Verona vinsi grazie alla mia civica”.

Paolo Viviani

Leggi di più sul Corriere di Novara di giovedì 29 ottobre