Progettualità e innovazione al comitato interprovinciale di Coldiretti donne impresa Novara-Vco

Progettualità e innovazione al comitato interprovinciale di Coldiretti donne impresa Novara-Vco
03 Gennaio 2015 ore 09:53

NOVARA – Fine anno di confronto e programmazione per le imprenditrici agricole del Novarese e del Vco, che hanno partecipato negli scorsi giorni al comitato di Coldiretti Donne Impresa, riunitosi a Borgomanero.

Con le imprenditrici erano presenti anche il presidente e il direttore della Coldiretti interprovinciale Federico Boieri e Gian Carlo Ramella.

NOVARA – Fine anno di confronto e programmazione per le imprenditrici agricole del Novarese e del Vco, che hanno partecipato negli scorsi giorni al comitato di Coldiretti Donne Impresa, riunitosi a Borgomanero.

Con le imprenditrici erano presenti anche il presidente e il direttore della Coldiretti interprovinciale Federico Boieri e Gian Carlo Ramella.

Nel corso dell’incontro si è tracciato il sunto dell’attività politico-sindacale dell’organizzazione e si sono approfondite le innovazioni messe in campo nel corso dell’anno: particolare soddisfazione è stata espressa per la crescita delle imprese agricole ‘in rosa’ sul territorio, anche e soprattutto giovani. Come ha rimarcato Michela Rossi, si tratta di realtà “in grado di guardare al futuro anche con progetti profondamente innovativi, come ad esempio le ‘Agritate’ che saranno presto presenti anche nelle nostre province. Ma le imprese al femminile hanno un occhio di riguardo particolare per la filiera corta, per il recupero dei prodotti di tradizione, per la vendita diretta al pubblico dei consumatori grazie agli agri-mercati e alla rete di Campagna Amica”.

Come rimarca il direttore Ramella, “si tratta di imprese che molto spesso rappresentano esempi di riconosciuta eccellenza, come hanno testimoniato le recenti premiazioni dell’iniziativa ‘Impresa femminile singolare’ in Camera di Commercio a Novara. Tra le realtà distintesi per le iniziative di qualificazione, valorizzazione e premiazione del territorio ci sono stati i due validi esempi delle ‘Cantine del Castello’ di Elena e Paola Conti (Maggiora) e la ‘Cascina Canta’ di Maddalena e Isabella Francese (Novara-Gionzana): l’azienda Francese, peraltro, è impegnata da tempo nella valorizzazione della varietà di riso ‘Maratelli’, con cui oggi si fa anche il caffè, grazie ad un’iniziativa intrapresa dalla famiglia Francese con un’azienda di Bastia Umbra che si occupa della tostatura dei chicchi”.

Il peso dell’imprenditoria femminile rurale è significativo per il Novarese e il Vco, dove sono in crescita costante le imprese agricole guidate da donne.

L’associazione “Coldiretti Donne Impresa” promuove lo sviluppo dell’imprenditoria femminile agricola, organizza attività culturali e di comunicazione con i consumatori, elabora proposte per le politiche sociali attinenti al mondo agricolo, rappresenta Coldiretti nelle istituzioni della parità, promuove la presenza femminile negli organismi decisionali della Coldiretti.

Vi aderiscono le iscritte alla Coldiretti. Coldiretti Donne Impresa fa parte di importanti organismi che operano in ambito nazionale ed europeo, tra cui il Copa che rappresenta le associazioni agricole di tutti i paesi dell’Unione.

Monica Curino

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità