Economia

Rotary Orta, lezioni di ecologia e contro lo spreco alimentare

Studenti delle scuole superiori nei panni di “giovani formatori ecologici” per coinvolgere e sensibilizzare centinaia di alunni delle scuole primarie del territorio.

Rotary Orta, lezioni di ecologia e contro lo spreco alimentare
Economia VCO, 14 Giugno 2019 ore 19:10

Il progetto “L’uomo e l’ambiente – Lo spreco alimentare” è il titolo del Service distrettuale del Rotary che ha visto protagonista il Rotary Club Orta San Giulio presieduto da Engarda Giordani, insieme agli altri Club del gruppo (Gattinara, Club capofila, con Borgomanero-Arona e Pallanza-Stresa).

Rotary Orta per i “giovani formatori ecologici”

Un drappello di studenti delle scuole superiori nei panni di “giovani formatori ecologici” per coinvolgere e sensibilizzare centinaia di alunni delle scuole primarie del territorio sul tema del rispetto dell’ambiente e dello spreco alimentare. Con il coordinamento di Marcello Valli (Rotary Club Gattinara) e dei responsabili del Rotary Club Orta San Giulio Enrico Olivari e Francesca Paffoni, si sono svolti durante l'anno incontri nelle scuole elementari del territorio. Precettato per l’importante compito un team di studenti delle Scuole Superiori, debitamente formati e preparati sull’argomento dai soci del Rotary allo scopo di coinvolgere al meglio i “colleghi” più giovani. Obiettivo trasmettere ai bambini, con un linguaggio semplice e diretto, l’importanza di proteggere un ecosistema sempre più delicato e, nel caso delle classi quarte e quinte elementari, di non sprecare cibo.

«Necessario introdurre un cambiamento culturale e sociale attraverso azioni efficaci e concrete»

«Abbiamo recepito con entusiasmo e senso di responsabilità il progetto di Rotary Italia, ampliandone ulteriormente il campo tematico, dallo spreco ambientale al rispetto dell’ambiente in generale – commenta la presidente del Rotary  Orta San Giulio Engarda Giordani – Siamo convinti sia necessario introdurre un cambiamento culturale e sociale attraverso azioni efficaci e concrete. Questo in piena continuità proprio con i valori fondanti del Rotary, che dalla sua nascita si impegna a migliorare la qualità della vita delle persone, mettendo a disposizione le competenze dei suoi soci per rispondere ai problemi e ai bisogni della società, come, appunto, il tema dello spreco alimentare e l’attenzione alla tematica ambientale che l’associazione sta affrontando nel suo piano strategico». L’iniziativa è stata accolta con entusiasmo dagli istituti scolastici del territorio: protagonisti di questa speciale lezione di “ecologia attiva” sono stati gli allievi di tutte le classi delle scuole primarie di Orta San Giulio, Pogno, Miasino, San Maurizio d’Opaglio, Alzo di Pella e Armeno, per un totale di 488 alunni raggiunti su 31 classi. Nella foto, gli studenti delle superiori che si sono trasformati in “formatori ecologici” per gli alunni delle scuole primarie cusiane.

Carlo Panizza

 

Seguici sui nostri canali