Economia

Saldi Arona e Borgomanero: lo shopping non decolla

La concorrenza dell'online si fa sentire

Saldi Arona e Borgomanero: lo shopping non decolla
Arona, 14 Gennaio 2020 ore 09:29

Saldi Arona e Borgomanero: dati sotto le aspettative per gli acquisti nella zona del lago Maggiore e dell’Agogna.

Saldi Arona e Borgomanero sotto tono

Anche il 2020 parte con gli sconti: da sabato 4 gennaio hanno preso avvio i saldi invernali, un evento atteso da buona parte dei consumatori, anche se è sempre più spietata la concorrenza dello shopping online e delle campagne di sconti per il Black Friday. Nel Borgomanerese e nell’Aronese il primo weekend di sconti si è consumato senza particolari fasti: tantissime le persone, ed in particolar modo le famiglie, in centro per passeggiare e osservare le vetrine, a debita distanza dopo le pesanti spese del periodo natalizio.

Vendite in calo

Poche le buste in mano e molti i negozi non troppo affollati: parte dei commercianti conferma una tendenza stabile nelle vendite, calate ormai da qualche anno, altri invece lamentano un’ulteriore diminuzione, specialmente le piccole boutique dei centri storici. La smorzata sulle vendite durante il periodo dei saldi potrebbe essere dovuta, suggeriscono le associazioni di consumo, anche al grande successo dello shopping online e del Black Friday che, piazzato poco prima delle feste, attira con le sue lusinghe i consumatori in cerca di regali da mettere sotto l’albero.

La parola a Federconsumatori

“Complice il Black Friday, quest’anno le famiglie spenderanno l’1,3% in meno rispetto allo scorso anno, con una spesa media di 179,20 euro per ogni famiglia – conferma l’avvocato Maria Antonia Eremita , volontaria allo sportello borgomanerese di Federconsumatori – le famiglie prima rimandavano i regali di Natale alle settimane dei saldi, ora invece si approfitta del venerdì nero”. Sempre Federconsumatori invita tutti i clienti a tutelarsi dalle “bufale dei saldi”: “I cartellini devono sempre indicare entrambi i prezzi e la percentuale di sconto, è obbligatorio permettere la prova dei capi, la garanzia in caso di prodotti difettosi vale su tutta la merce, anche quella scontata e anche con gli acquisti online è necessario prestare attenzione alle descrizioni e alle condizioni sul diritto di recesso”. Se i centri commerciali, gli outlet e le grandi catene riescono ad incassare i colpi inflitti dagli acquisti online, sono invece le piccole attività a combattere una concorrenza spietata su tutti i fronti: sono molti i proprietari dei negozi in centro a lamentare l’impossibile competizione con i giganti dell’abbigliamento che da qualche anno attivano super sconti e promozioni ancor prima dell’effettivo inizio del periodo dei saldi.

 

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei