Salvini: "Il prossimo anno libereremo Novara"

Salvini: "Il prossimo anno libereremo Novara"
Economia 17 Luglio 2015 ore 21:09

Al netto di slogan, gioco delle parti e boutade varie tre sono le vere “notizie” legate alla tappa novarese di giovedì scorso del leader del Carroccio Matteo Salvini. La prima è che giorno feriale, orario (le 17) e caldo a dir poco opprimente (dentro e fuori l’auditorium del “Cantelli”) non hanno scoraggiato fan e curiosi, che sono accorsi in massa, con tanto di inevitabile strascico di autografi e “selfie”; la seconda è che il segretario nazionale, cioè piemontese, Roberto Cota, è stato il primo a caldeggiare unità e compattezza del partito, smentendo così platealmente chi lo voleva impegnato su altri tavoli a giocare altre partite in vista delle 
“comunali” della prossima primavera; la terza è che tutti insieme - dal lider maximo in giù - hanno detto chiaro e tondo che il Carroccio avrà un suo candidato sindaco. Cota ha aperto il intervento letteralmente urlando: «Il prossimo sindaco di Novara sarà della Lega». Compiacendo Alessandro Canelli , il cui nome non è stato fatto ma che a questo punto appare davvero in pole position. 
Poi il gran finale: «Noi il prossimo anno libereremo Novara». Partendo da un candidato sindaco leghista, of course.

Al netto di slogan, gioco delle parti e boutade varie tre sono le vere “notizie” legate alla tappa novarese di giovedì scorso del leader del Carroccio Matteo Salvini. La prima è che giorno feriale, orario (le 17) e caldo a dir poco opprimente (dentro e fuori l’auditorium del “Cantelli”) non hanno scoraggiato fan e curiosi, che sono accorsi in massa, con tanto di inevitabile strascico di autografi e “selfie”; la seconda è che il segretario nazionale, cioè piemontese, Roberto Cota, è stato il primo a caldeggiare unità e compattezza del partito, smentendo così platealmente chi lo voleva impegnato su altri tavoli a giocare altre partite in vista delle 
“comunali” della prossima primavera; la terza è che tutti insieme - dal lider maximo in giù - hanno detto chiaro e tondo che il Carroccio avrà un suo candidato sindaco. Cota ha aperto il intervento letteralmente urlando: «Il prossimo sindaco di Novara sarà della Lega». Compiacendo Alessandro Canelli , il cui nome non è stato fatto ma che a questo punto appare davvero in pole position. 
Poi il gran finale: «Noi il prossimo anno libereremo Novara». Partendo da un candidato sindaco leghista, of course.