Servizio mensa: lamentele in Consiglio comunale a Novara

Servizio mensa: lamentele in Consiglio comunale a Novara
Economia 09 Marzo 2015 ore 12:59

NOVARA – Ci sono lamentele sul servizio di mensa nelle scuole del Comune di Novara, vertono sia sulla qualità dei cibi somministrati, sia sulla riduzione del personale. L’argomento è stato affrontato, giovedì 5 marzo a Palazzo Cabrino, a seguito di un’interrogazione del gruppo Pdl che aveva come prima firmataria la capogruppo Silvana Moscatelli.
L’assessore all’Istruzione Margherita Patti ha risposto che «il personale non risulta gravemente insufficiente e dopo la prima settimana di avvio del servizio è stata aggiunta una persona. C’è un monitoraggio costante che si esplica con la società, e con l’Asl 13. Facciamo verifiche con il personale del settore istruzione a sorpresa, ci sono stati oltre trenta sopralluoghi e due commissioni mensa. I genitori che ne fanno richiesta, anche se non componenti della commissione mensa, possono fermarsi a pranzare in mensa scolastica. Abbiamo due tecnologi alimentari, uno per la scuola e uno per i servizi sociali che sono in carica fino a luglio».

Mariateresa Ugazio

Leggi l’articolo integrale sul Corriere di Novara di lunedì 9 marzo 2015

NOVARA – Ci sono lamentele sul servizio di mensa nelle scuole del Comune di Novara, vertono sia sulla qualità dei cibi somministrati, sia sulla riduzione del personale. L’argomento è stato affrontato, giovedì 5 marzo a Palazzo Cabrino, a seguito di un’interrogazione del gruppo Pdl che aveva come prima firmataria la capogruppo Silvana Moscatelli.
L’assessore all’Istruzione Margherita Patti ha risposto che «il personale non risulta gravemente insufficiente e dopo la prima settimana di avvio del servizio è stata aggiunta una persona. C’è un monitoraggio costante che si esplica con la società, e con l’Asl 13. Facciamo verifiche con il personale del settore istruzione a sorpresa, ci sono stati oltre trenta sopralluoghi e due commissioni mensa. I genitori che ne fanno richiesta, anche se non componenti della commissione mensa, possono fermarsi a pranzare in mensa scolastica. Abbiamo due tecnologi alimentari, uno per la scuola e uno per i servizi sociali che sono in carica fino a luglio».

Mariateresa Ugazio

Leggi l’articolo integrale sul Corriere di Novara di lunedì 9 marzo 2015