Tutto pronto per la Fiera del Lago Maggiore

Tutto pronto per la Fiera del Lago Maggiore
Economia 23 Maggio 2015 ore 14:17

ARONA - Ai nastri di partenza la Fiera del Lago Maggiore. Ad inaugurare la 53esima edizione, dal 28 maggio al 7 giugno, ci sarà il presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino. 140 gli stand presenti: «Le adesioni sono state soddisfacenti per numero e qualità delle proposte – ha spiegato il presidente dell’Ente Pietro Oberto -. Anche quest’anno ci siamo affidati alla stessa società commerciale per la vendita degli spazi la Al.Fiere Srl di Cuneo». Gli espositori protagonisti saranno prevalentemente quelli del settore edilizio e della casa, con particolare attenzione all’eco sostenibilità e al risparmio energetico; assenti, invece, quest’anno le automobili. Non mancheranno neppure i prodotti per il benessere e la cura del copro e i bijoux e anche la presenza di un dentista che arriva dalla Croazia. Le novità riguardano il nuovo ristorante ossolano all’interno dell’area fieristica, che ha sostituito quello toscano, con specialità ‘a chilometro zero’ e nessuna preclusione agli stand con i prodotti enogastronomici provenienti soprattutto dal sud Italia. Nessun gemellaggio simbolico, invece, con l’Esposizione universale di Milano, anche se tra gli ospiti dell’inaugurazione ci sarà lo chef Davide Oldani, ambasciatore Expo 2015 che, alle 18, presenterà il suo ultimo libro “Pop Food”. «Non si è creata quella all’alleanza auspicata – ha spiegato il presidente Oberto - questo è dovuto anche alle difficoltà dei mezzi di trasporto che sono piuttosto carenti. L’Expo potrà essere però un’occasione per convogliare sul Lago Maggiore visitatori a beneficio del turismo di tutto il bacino e anche della nostra manifestazione. Tra le bellezze di Arona e le sue manifestazioni, anche la Fiera è stata inserita nel depliant realizzato dal Comune che i turisti diretti ad Expo troveranno sui treni Freccia Rossa a Roma». La fiera campionaria e la mostra mercato sempre protagoniste ma negli ultimi anni, soprattutto dopo lo spostamento della rassegna nei giardini di corso Repubblica, la manifestazione è divenuta sempre più polo d’attrazione dove ospitare personaggi, cantanti, eventi e scrittori. «Un modo anche questo per attrarre molti più visitatori visto che rispetto all’ubicazione di piazzale Aldo Moro – hanno fatto notare Oberto e il consigliere Caligara - ci costa tre volte tanto di plateatico, con però minor spazio a disposizione di stand e quindi minor incasso». Anche quest’anno, nell’arco degli undici giorni, ricco il calendario degli eventi con l’organizzazione di intrattenimenti culturali, musicali e teatrali come la messa in scena del Barbiere di Siviglia. E poi gli incontri letterari, organizzati dalla Libreria Feltrinelli di Arona, con nomi importanti dallo sport al giornalismo, dalla cucina e il filo rosso con il Salone del libro ospitando il presidente Rolando Picchioni insieme a Roberto Moisio. A spiccare in cartellone, ad esempio, il giornalista ed editorialista de “Il Giornale” Vittorio Feltri, il dottore, fuori dall’ordinario, Pietro Mozzi famoso per aver curato migliaia di pazienti modificando la loro alimentazione, e ancora l’ex calciatore del Torino Eraldo Pecci.

Maria Nausica Bucci

ARONA - Ai nastri di partenza la Fiera del Lago Maggiore. Ad inaugurare la 53esima edizione, dal 28 maggio al 7 giugno, ci sarà il presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino. 140 gli stand presenti: «Le adesioni sono state soddisfacenti per numero e qualità delle proposte – ha spiegato il presidente dell’Ente Pietro Oberto -. Anche quest’anno ci siamo affidati alla stessa società commerciale per la vendita degli spazi la Al.Fiere Srl di Cuneo». Gli espositori protagonisti saranno prevalentemente quelli del settore edilizio e della casa, con particolare attenzione all’eco sostenibilità e al risparmio energetico; assenti, invece, quest’anno le automobili. Non mancheranno neppure i prodotti per il benessere e la cura del copro e i bijoux e anche la presenza di un dentista che arriva dalla Croazia. Le novità riguardano il nuovo ristorante ossolano all’interno dell’area fieristica, che ha sostituito quello toscano, con specialità ‘a chilometro zero’ e nessuna preclusione agli stand con i prodotti enogastronomici provenienti soprattutto dal sud Italia. Nessun gemellaggio simbolico, invece, con l’Esposizione universale di Milano, anche se tra gli ospiti dell’inaugurazione ci sarà lo chef Davide Oldani, ambasciatore Expo 2015 che, alle 18, presenterà il suo ultimo libro “Pop Food”. «Non si è creata quella all’alleanza auspicata – ha spiegato il presidente Oberto - questo è dovuto anche alle difficoltà dei mezzi di trasporto che sono piuttosto carenti. L’Expo potrà essere però un’occasione per convogliare sul Lago Maggiore visitatori a beneficio del turismo di tutto il bacino e anche della nostra manifestazione. Tra le bellezze di Arona e le sue manifestazioni, anche la Fiera è stata inserita nel depliant realizzato dal Comune che i turisti diretti ad Expo troveranno sui treni Freccia Rossa a Roma». La fiera campionaria e la mostra mercato sempre protagoniste ma negli ultimi anni, soprattutto dopo lo spostamento della rassegna nei giardini di corso Repubblica, la manifestazione è divenuta sempre più polo d’attrazione dove ospitare personaggi, cantanti, eventi e scrittori. «Un modo anche questo per attrarre molti più visitatori visto che rispetto all’ubicazione di piazzale Aldo Moro – hanno fatto notare Oberto e il consigliere Caligara - ci costa tre volte tanto di plateatico, con però minor spazio a disposizione di stand e quindi minor incasso». Anche quest’anno, nell’arco degli undici giorni, ricco il calendario degli eventi con l’organizzazione di intrattenimenti culturali, musicali e teatrali come la messa in scena del Barbiere di Siviglia. E poi gli incontri letterari, organizzati dalla Libreria Feltrinelli di Arona, con nomi importanti dallo sport al giornalismo, dalla cucina e il filo rosso con il Salone del libro ospitando il presidente Rolando Picchioni insieme a Roberto Moisio. A spiccare in cartellone, ad esempio, il giornalista ed editorialista de “Il Giornale” Vittorio Feltri, il dottore, fuori dall’ordinario, Pietro Mozzi famoso per aver curato migliaia di pazienti modificando la loro alimentazione, e ancora l’ex calciatore del Torino Eraldo Pecci.

Maria Nausica Bucci