Economia

Una nuova lista civica, anzi due

Una nuova lista civica, anzi due
Economia 11 Dicembre 2015 ore 14:35

NOVARA - Una nuova lista civica, anzi due. In vista delle prossime elezioni amministrative novaresi si amplia l’offerta e la disponibilità a mettersi in qualche modo in gioco da parte di chi non frequenta (e non ha intenzione di farlo in futuro) i cosiddetti partiti “tradizionali”. Sempre da Pernate, dopo l’uscita di “Giovani idee” ispirata dall’ex consigliere di quartiere Umberto Piscitelli, ecco presentarsi e muovere i primi passi “Giovani è futuro”, che con la prima stringerà un accordo di collaborazione.

La novità forse più importante è quella che a comporla, così come il “gruppo” dalla quale è scaturita questa nuova proposta, sono un gruppo di studenti universitari novaresi. Loro portavoce è Federico Coppola.

«Abbiamo deciso di metterci in gioco - ci ha detto - creando una lista civica svincolata da quella che può essere la logica dei partiti. La nostra idea è quella di sostenere non tanto le facce quanto idee concrete per il bene della città e il futuro di tanti giovani come noi che da tempo non hanno più alcuna fiducia nell’attuale classe politica».

Al momento non si sa se “Giovani è futuro” correrà con un proprio candidato alla carica di sindaco: come per la “lista Piscitelli” il «dialogo è aperto con altre forze civiche simili alla nostra, ma escludiamo in partenza i partiti, perché vogliamo sentirci svincolati da ogni forma di inquadramento. Il bello di una lista civica è che puoi esprimere idee in piena libertà». Quello che conta prima di ogni altra cosa, ha voluto aggiungere, «è il programma, sul quale stiamo già lavorando. Uno dei nostri obiettivi è quello di riuscire a far realizzare, in un’area di proprietà comunale di via Cinque Porte (la zona di Pernate dove abbiamo avuto modo di incontrare gli esponenti del gruppo insieme a Piscitelli, ndr), una nuova palestra per il quartiere. Ma poi abbiamo a cuore anche la sicurezza dei cittadini, le problematiche di tipo ambientale legate per esempio alla presenza del “Cim” e altri progetti».

Coppola ha tenuto poi a smentire la fin troppo facile idea che “Giovani è futuro” possa essere ritenuta una lista troppo “di zona”: «Nasciamo a Pernate, è vero, ma siamo aperti a tutta la città. Siamo convinti che in ogni zona di Novara ci possano essere giovani che la pensino come noi, con i quali sviluppare una proposta politica e intraprendere un percorso comune». 

Luca Mattioli

NOVARA - Una nuova lista civica, anzi due. In vista delle prossime elezioni amministrative novaresi si amplia l’offerta e la disponibilità a mettersi in qualche modo in gioco da parte di chi non frequenta (e non ha intenzione di farlo in futuro) i cosiddetti partiti “tradizionali”. Sempre da Pernate, dopo l’uscita di “Giovani idee” ispirata dall’ex consigliere di quartiere Umberto Piscitelli, ecco presentarsi e muovere i primi passi “Giovani è futuro”, che con la prima stringerà un accordo di collaborazione.

La novità forse più importante è quella che a comporla, così come il “gruppo” dalla quale è scaturita questa nuova proposta, sono un gruppo di studenti universitari novaresi. Loro portavoce è Federico Coppola.

«Abbiamo deciso di metterci in gioco - ci ha detto - creando una lista civica svincolata da quella che può essere la logica dei partiti. La nostra idea è quella di sostenere non tanto le facce quanto idee concrete per il bene della città e il futuro di tanti giovani come noi che da tempo non hanno più alcuna fiducia nell’attuale classe politica».

Al momento non si sa se “Giovani è futuro” correrà con un proprio candidato alla carica di sindaco: come per la “lista Piscitelli” il «dialogo è aperto con altre forze civiche simili alla nostra, ma escludiamo in partenza i partiti, perché vogliamo sentirci svincolati da ogni forma di inquadramento. Il bello di una lista civica è che puoi esprimere idee in piena libertà». Quello che conta prima di ogni altra cosa, ha voluto aggiungere, «è il programma, sul quale stiamo già lavorando. Uno dei nostri obiettivi è quello di riuscire a far realizzare, in un’area di proprietà comunale di via Cinque Porte (la zona di Pernate dove abbiamo avuto modo di incontrare gli esponenti del gruppo insieme a Piscitelli, ndr), una nuova palestra per il quartiere. Ma poi abbiamo a cuore anche la sicurezza dei cittadini, le problematiche di tipo ambientale legate per esempio alla presenza del “Cim” e altri progetti».

Coppola ha tenuto poi a smentire la fin troppo facile idea che “Giovani è futuro” possa essere ritenuta una lista troppo “di zona”: «Nasciamo a Pernate, è vero, ma siamo aperti a tutta la città. Siamo convinti che in ogni zona di Novara ci possano essere giovani che la pensino come noi, con i quali sviluppare una proposta politica e intraprendere un percorso comune». 

Luca Mattioli