Economia

Visita ai campi varietali il 3 settembre

Visita ai campi varietali il 3 settembre
Economia 28 Agosto 2015 ore 09:41

NOVARA – E’ in calendario per giovedì 3 settembre la 28esima edizione della visita guidata ai campi che ospitano le prove varietali di riso.

L’appuntamento è organizzato dalla Provincia di Novara in sinergia con l’Ente Nazionale Risi, le associazioni categoria agricole e l’ordine degli agronomi. La giornata riveste un ruolo di fondamentale importanza per il mondo agricolo, ma non solo: l'appuntamento è diventato un prezioso momento di confronto e incontro, arricchito quest’anno dalla partecipazione dei sindaci del territorio novarese, tutti invitati a partecipare. Come ogni anno saranno presenti l’Ente Nazionale Risi, con il commissario Paolo Carrà, la Regione Piemonte, con l’assessore all’Agricoltura Giorgio Ferrero, la Provincia di Novara con il presidente Matteo Besozzi e il delegato all’Agricoltura Massimo Bosio. 

Le prove si svolgeranno alle 15 all’Azienda Ilario e Silvio Pieropan di Nibbia (con la prova varietale di risi a profilo japonica e indica); alle 15,45 all’Azienda Paola Battioli, Cascina Motta di San Pietro Mosezzo (campo catalogo profilo japonica  e indica semina a porcelloni; campo catalogo risi a profilo japonica e indica con agrotecnologia Clearfield®); alle 17, sempre alla Cascina Motta di San Pietro Mosezzo è previsto un momento di confronto aperto al pubblico al quale interverranno, oltre alle autorità, i rappresentanti delle associazioni di categoria agricole, Codiretti, Cia, e Confagricoltura, dell’Ente Risi e dell’ordine degli agronomi. 

"La presenza delle autorità locali (sono stati invitati i presidenti di tutte le province risicole italiane) - ha commentato il presidente della Provincia, Matteo Besozzi - sottolinea l'importanza che questa iniziativa riveste per il territorio provinciale e servirà per arricchire l’incontro con indicazioni più stringenti sulle problematiche del settore agricolo. Inoltre il lavoro svolto in questa occasione sarà di fondamentale utilità per promuovere la coltivazione e la commercializzazione del riso". Durante la visita i risicoltori potranno confrontare i dati rilevati sui test effettuati sui campi sperimentali con risi di diversi gruppi merceologici, a semina precoce, convenzionale e tardiva, risi a tecnologia Clearfield e varietà normali ed ibride. "I risultati ottenuti negli anni da questi test - ha spiegato invece Massimo Bosio, consigliere con delega all’Agricoltura - si sono dimostrati di fondamentale importanza per il settore, permettendo di isolare nuove varietà, di cui alcune sono state inserite nei piani aziendali dei risicoltori".

Al termine dell’incontro è prevista una degustazione di paniscia e altri prodotti locali novaresi. Durante la manifestazione sarà inoltre consegnata una pergamena ad Antonio Pogliani per anni dirigente del Settore Agricoltura della Provincia Novara.

mo.c.


NOVARA – E’ in calendario per giovedì 3 settembre la 28esima edizione della visita guidata ai campi che ospitano le prove varietali di riso.

L’appuntamento è organizzato dalla Provincia di Novara in sinergia con l’Ente Nazionale Risi, le associazioni categoria agricole e l’ordine degli agronomi. La giornata riveste un ruolo di fondamentale importanza per il mondo agricolo, ma non solo: l'appuntamento è diventato un prezioso momento di confronto e incontro, arricchito quest’anno dalla partecipazione dei sindaci del territorio novarese, tutti invitati a partecipare. Come ogni anno saranno presenti l’Ente Nazionale Risi, con il commissario Paolo Carrà, la Regione Piemonte, con l’assessore all’Agricoltura Giorgio Ferrero, la Provincia di Novara con il presidente Matteo Besozzi e il delegato all’Agricoltura Massimo Bosio. 

Le prove si svolgeranno alle 15 all’Azienda Ilario e Silvio Pieropan di Nibbia (con la prova varietale di risi a profilo japonica e indica); alle 15,45 all’Azienda Paola Battioli, Cascina Motta di San Pietro Mosezzo (campo catalogo profilo japonica  e indica semina a porcelloni; campo catalogo risi a profilo japonica e indica con agrotecnologia Clearfield®); alle 17, sempre alla Cascina Motta di San Pietro Mosezzo è previsto un momento di confronto aperto al pubblico al quale interverranno, oltre alle autorità, i rappresentanti delle associazioni di categoria agricole, Codiretti, Cia, e Confagricoltura, dell’Ente Risi e dell’ordine degli agronomi. 

"La presenza delle autorità locali (sono stati invitati i presidenti di tutte le province risicole italiane) - ha commentato il presidente della Provincia, Matteo Besozzi - sottolinea l'importanza che questa iniziativa riveste per il territorio provinciale e servirà per arricchire l’incontro con indicazioni più stringenti sulle problematiche del settore agricolo. Inoltre il lavoro svolto in questa occasione sarà di fondamentale utilità per promuovere la coltivazione e la commercializzazione del riso". Durante la visita i risicoltori potranno confrontare i dati rilevati sui test effettuati sui campi sperimentali con risi di diversi gruppi merceologici, a semina precoce, convenzionale e tardiva, risi a tecnologia Clearfield e varietà normali ed ibride. "I risultati ottenuti negli anni da questi test - ha spiegato invece Massimo Bosio, consigliere con delega all’Agricoltura - si sono dimostrati di fondamentale importanza per il settore, permettendo di isolare nuove varietà, di cui alcune sono state inserite nei piani aziendali dei risicoltori".

Al termine dell’incontro è prevista una degustazione di paniscia e altri prodotti locali novaresi. Durante la manifestazione sarà inoltre consegnata una pergamena ad Antonio Pogliani per anni dirigente del Settore Agricoltura della Provincia Novara.

mo.c.

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter