Visita ai campi varietali il 3 settembre

Visita ai campi varietali il 3 settembre
Economia 28 Agosto 2015 ore 09:41

NOVARA – E’ in calendario per giovedì 3 settembre la 28esima edizione della visita guidata ai campi che ospitano le prove varietali di riso.

L’appuntamento è organizzato dalla Provincia di Novara in sinergia con l’Ente Nazionale Risi, le associazioni categoria agricole e l’ordine degli agronomi. La giornata riveste un ruolo di fondamentale importanza per il mondo agricolo, ma non solo: l'appuntamento è diventato un prezioso momento di confronto e incontro, arricchito quest’anno dalla partecipazione dei sindaci del territorio novarese, tutti invitati a partecipare. Come ogni anno saranno presenti l’Ente Nazionale Risi, con il commissario Paolo Carrà, la Regione Piemonte, con l’assessore all’Agricoltura Giorgio Ferrero, la Provincia di Novara con il presidente Matteo Besozzi e il delegato all’Agricoltura Massimo Bosio. 

Le prove si svolgeranno alle 15 all’Azienda Ilario e Silvio Pieropan di Nibbia (con la prova varietale di risi a profilo japonica e indica); alle 15,45 all’Azienda Paola Battioli, Cascina Motta di San Pietro Mosezzo (campo catalogo profilo japonica  e indica semina a porcelloni; campo catalogo risi a profilo japonica e indica con agrotecnologia Clearfield®); alle 17, sempre alla Cascina Motta di San Pietro Mosezzo è previsto un momento di confronto aperto al pubblico al quale interverranno, oltre alle autorità, i rappresentanti delle associazioni di categoria agricole, Codiretti, Cia, e Confagricoltura, dell’Ente Risi e dell’ordine degli agronomi. 

"La presenza delle autorità locali (sono stati invitati i presidenti di tutte le province risicole italiane) - ha commentato il presidente della Provincia, Matteo Besozzi - sottolinea l'importanza che questa iniziativa riveste per il territorio provinciale e servirà per arricchire l’incontro con indicazioni più stringenti sulle problematiche del settore agricolo. Inoltre il lavoro svolto in questa occasione sarà di fondamentale utilità per promuovere la coltivazione e la commercializzazione del riso". Durante la visita i risicoltori potranno confrontare i dati rilevati sui test effettuati sui campi sperimentali con risi di diversi gruppi merceologici, a semina precoce, convenzionale e tardiva, risi a tecnologia Clearfield e varietà normali ed ibride. "I risultati ottenuti negli anni da questi test - ha spiegato invece Massimo Bosio, consigliere con delega all’Agricoltura - si sono dimostrati di fondamentale importanza per il settore, permettendo di isolare nuove varietà, di cui alcune sono state inserite nei piani aziendali dei risicoltori".

Al termine dell’incontro è prevista una degustazione di paniscia e altri prodotti locali novaresi. Durante la manifestazione sarà inoltre consegnata una pergamena ad Antonio Pogliani per anni dirigente del Settore Agricoltura della Provincia Novara.

mo.c.


NOVARA – E’ in calendario per giovedì 3 settembre la 28esima edizione della visita guidata ai campi che ospitano le prove varietali di riso.

L’appuntamento è organizzato dalla Provincia di Novara in sinergia con l’Ente Nazionale Risi, le associazioni categoria agricole e l’ordine degli agronomi. La giornata riveste un ruolo di fondamentale importanza per il mondo agricolo, ma non solo: l'appuntamento è diventato un prezioso momento di confronto e incontro, arricchito quest’anno dalla partecipazione dei sindaci del territorio novarese, tutti invitati a partecipare. Come ogni anno saranno presenti l’Ente Nazionale Risi, con il commissario Paolo Carrà, la Regione Piemonte, con l’assessore all’Agricoltura Giorgio Ferrero, la Provincia di Novara con il presidente Matteo Besozzi e il delegato all’Agricoltura Massimo Bosio. 

Le prove si svolgeranno alle 15 all’Azienda Ilario e Silvio Pieropan di Nibbia (con la prova varietale di risi a profilo japonica e indica); alle 15,45 all’Azienda Paola Battioli, Cascina Motta di San Pietro Mosezzo (campo catalogo profilo japonica  e indica semina a porcelloni; campo catalogo risi a profilo japonica e indica con agrotecnologia Clearfield®); alle 17, sempre alla Cascina Motta di San Pietro Mosezzo è previsto un momento di confronto aperto al pubblico al quale interverranno, oltre alle autorità, i rappresentanti delle associazioni di categoria agricole, Codiretti, Cia, e Confagricoltura, dell’Ente Risi e dell’ordine degli agronomi. 

"La presenza delle autorità locali (sono stati invitati i presidenti di tutte le province risicole italiane) - ha commentato il presidente della Provincia, Matteo Besozzi - sottolinea l'importanza che questa iniziativa riveste per il territorio provinciale e servirà per arricchire l’incontro con indicazioni più stringenti sulle problematiche del settore agricolo. Inoltre il lavoro svolto in questa occasione sarà di fondamentale utilità per promuovere la coltivazione e la commercializzazione del riso". Durante la visita i risicoltori potranno confrontare i dati rilevati sui test effettuati sui campi sperimentali con risi di diversi gruppi merceologici, a semina precoce, convenzionale e tardiva, risi a tecnologia Clearfield e varietà normali ed ibride. "I risultati ottenuti negli anni da questi test - ha spiegato invece Massimo Bosio, consigliere con delega all’Agricoltura - si sono dimostrati di fondamentale importanza per il settore, permettendo di isolare nuove varietà, di cui alcune sono state inserite nei piani aziendali dei risicoltori".

Al termine dell’incontro è prevista una degustazione di paniscia e altri prodotti locali novaresi. Durante la manifestazione sarà inoltre consegnata una pergamena ad Antonio Pogliani per anni dirigente del Settore Agricoltura della Provincia Novara.

mo.c.