Solidarietà

Sindacato pompieri in visita a Emmaland a Gattico

I vigili del fuoco hanno portato una donazione da destinare ai bambini in difficoltà

Sindacato pompieri in visita a Emmaland a Gattico
Arona, 27 Gennaio 2020 ore 08:18

Sindacato pompieri Conapo ha fatto visita a Emmaland, il luogo creato a Gattico dai genitori della piccola scomparsa a 4 anni.

Sindacato pompieri a Gattico

Il sindacato autonomo dei vigili del fuoco Conapo ha fatto visita ieri, domenica 26 gennaio, a Emmaland a Gattico, l’associazione a scopo benefico, nata per raccogliere fondi destinati a migliorare la vita di bambini (e genitori) che devono affrontare il difficile percorso di guarigione da malattie oncoematologiche. Il gruppo ricorda la figura della piccola Emma Simonotti, scomparsa tragicamente a soli 4 anni.

Un gesto di generosità

I pompieri hanno portato una donazione di 500 euro. “Vigili del Fuoco lo si è sempre – dice Michele Pipitone, segretario del Conapo Novara, – lo siamo dentro e fuori le caserme, lo siamo quando sorridiamo ai bambini e li salutiamo, lo siamo quando cerchiamo di aiutare gli altri. E oggi siamo qui a fare quello che meglio sappiamo fare: Dare una mano. Già lo scorso anno abbiamo regalato circa cinquanta Uova di Pasqua e album da colorare ai bambini ricoverati in pediatria all’ospedale Maggiore di Novara”.  ““Ci tenevamo tanto ad aiutare questa neonata ETS – precisa Alessandro Basile, vice segretario regionale del Conapo – per noi questo è un nuovo modo di fare sindacato; i fondi raccolti da Emmaland verranno donati all’ospedale Maggiore e il nostro contributo di 500 euro non è che uno dei tanti mattoncini necessari per costruire una realtà di serenità, durante un percorso purtroppo difficile e doloroso”.

Un progetto importante nel nome di Emma

“Emmaland è anche una ludoteca dove i bambini possono realizzare piccole costruzioni con i lego messi a disposizione – continua Pipitone – è
veramente bellissima, ci siamo emozionati tanto e anche se non avevamo  nessun dubbio sulla nostra donazione, conoscendo i ragazzi abbiamo avuto l’assoluta certezza”. “Donate un sorriso, donate una carezza, donate, donate – termina Basile  – andate sul sito www.emmaland.it leggete la  storia di Emma e andate a visitare la magnifica città lego, siamo ritornati bambini per un’ora”.

4 foto Sfoglia la gallery

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità