Glocal news
e' diventato "famoso" ovunque

Chi è l'odontoiatra No vax che si è presentato a farsi vaccinare col braccio in silicone

La sua "trovata" sarebbe servita per ottenere la certificazione verde e riaprire così il suo studio.

Chi è l'odontoiatra No vax che si è presentato a farsi vaccinare col braccio in silicone
Glocal news 05 Dicembre 2021 ore 08:30

La sua storia ha fatto il giro del mondo, e non certo per meriti. Stiamo parlando dell'odontoiatra che ha provato a evitare il vaccino anti-Covid presentandosi in un hub di Biella con un braccio di silicone. Si tratta di Guido Russo, 57 anni, già sospeso  dall'Ordine dei Medici del suo territorio.

Chi è l'odontoiatra che voleva vaccinare il braccio in silicone

Come racconta Prima Biella, Guido Russo è un odontoiatra che risiede nel Biellese e svolge la propria attività a Biella. E' diventato "famoso" in tutto il pianeta per essersi presentato a fare il vaccino con un braccio in silicone, cercando così di evitare l'iniezione e ottenere comunque il Green pass.

La tentata truffa con il braccio di silicone sarebbe servita per ottenere la certificazione verde e riaprire il suo studio dentistico, ma l'uomo è stato scoperto dall'infermiera che avrebbe dovuto praticargli l'iniezione e denunciato.

Come si legge sull'albo degli Odontoiatri dell'Ordine dei Medici di Biella, Russo, 57 anni, si è laureato a Milano e ha sostenuto l'esame di stato nel 1990.

 

La notizia ha fatto il giro del mondo

Ha avuto un'enorme risonanza il caso del sanitario presentatosi all'hub di Biella con un braccio in silicone per "evitare" il vaccino. Ne parla, letteralmente, il mondo: dal New York Times al The Guardian, da Al Jazeera alla CNN passando per Libération e El Mundo.

Ne parlano - giusto per citarne alcuni - i vicini francesi di Libération:

Ne parla El Mundo:

 

Ne parla il Berliner Zeitung:

Passando per The Guardian:

The Irish Times:

Dalla Grecia al Canada, si giunge Oltreoceano fino a The New York Times:

Su CNN:

O in Argentina su La Nacion:

E passando dal Medio Oriente su Al Jazeera:

Per approdare dall'altra parte del globo, su The West Australian: