Glocal news
Si sono vantati sui social

Il video del cinghiale in mare "pescato" col lazo che fa imbestialire gli animalisti

La Polizia metropolitana di Venezia è stata in grado di riconoscere i due protagonisti.

Glocal news 18 Novembre 2021 ore 11:22

Una bravata di cattivo gusto che, fortunatamente, è costata loro cara. Un cinghiale, non nuovo ad essere visto nuotare nel mare della Laguna, è stato avvicinato da due soggetti in barca che hanno avuto la brillante idea di legarlo con una corda e stringerlo ai fianchi per poi trascinarlo. L'animale selvatico, di certo non nel suo habitat naturale, ha provato a divincolarsi invano, venendo deriso dalle persone che lo avevano catturato e che poi hanno pubblicato tutti sui social.

Legano un cinghiale con un laccio in mare aperto

 

Come raccontato da Prima Venezia, un povero cinghiale è stato legato da due soggetti con un laccio in mare aperto e ripreso in un video che è stato pubblicato sui social (e di cui si sono fortemente vantati).

L'animale selvatico, non nuovo ad essere visto nuotare in mare, è stato stretto ai fianchi con una corda e trascinato dalle due persone che erano sulla barca. Il cinghiale, come si può notare dalle immagini, appare impaurito e affannato, in balia dei suoi aguzzini, nonostante i tentativi di scappare.

Uno dei ragazzi sulla barca, mentre tiene il cinghiale col laccio, afferma con un ghigno beffardo:

"Ecco ragazzi, tutti prendono seppie e noi prendiamo i cinghiali in corda! Vieni qua, bravo maialino, stai a galla".

Si sono beccati una denuncia

Ma le immagini non sono decisamente passate inosservate, soprattutto, fortunatamente (ricordiamo che solo gli enti specifici possono occuparsi della cattura di animali selvatici), il video è arrivato proprio a chi di dovere.

Nello specifico alla Polizia metropolitana che è stata in grado di riconoscere i due protagonisti, e li ha convocati per sentire la loro versione dei fatti. C'è da dire che, fortunatamente, l'animale è salvo. Ma le intenzioni dei due soggetti che hanno ripreso tutto con i loro telefonini, sembravano far supporre a un altro esito...

Gli animalisti sul piede di guerra

Della vicenda si sono occupati anche gli animalisti locali che da subito hanno condannato quanto successo, spiegando, tra le altre cose, che la legge punisce gesti di questo tipo, configurati come un vero e proprio maltrattamento.

"E' un video orribile, comportamenti di questo tipo sono inaccettabili, da denuncia".

LEGGI ANCHE: Venezia, il video virale del cinghiale che nuota in Laguna

LEGGI ANCHE: Cinghiali metropolitani: sono i nostri nuovi vicini di casa, da Roma a Torino

LEGGI ANCHE: Ancora incidenti fra auto e cinghiali (e c'è chi si ruba pure la carcassa...)