Glocal news
Multa da 300 euro

Ferrari contro albero in piazza per un video: se la cava solo con 300 euro

Protagonista della vicenda un 70enne che voleva farsi bello della sua Ferrari sul web. Aveva addirittura commissionato un cameraman e un tecnico del suono per le riprese.

Ferrari contro albero in piazza per un video: se la cava solo con 300 euro
Glocal news 13 Settembre 2021 ore 18:00

Ha iniziato a percorrere la piazza a tutta velocità, sgommando in curva, proprio come se fosse sul circuito del Mugello. Il tutto mentre era seguito da un cameraman e un tecnico del suono, per registrare le sgommate del bolide da pubblicare poi in rete. Una volta perso il controllo del mezzo, l'auto sportiva è andata a schiantarsi contro un albero. Penserete voi, è l'ennesima bravata di un giovane che voleva farsi bello della sua Ferrari con il popolo del web? E invece no, alla guida della Testa Rossa del 1991 c'era un un 70enne che è finito pure in ospedale. Il conducente spericolato è stato sanzionato con una multa di 300 euro.

Sgomma in piazza con la Ferrari per fare un video e si schianta

Chissà che cosa gli sarà passato per la testa per rendersi protagonista di una bravata di questo tipo. Come raccontato da Prima Firenze, in piazza della Costituzione a Montemurlo (Prato), un 70enne, a bordo di una Ferrari Testa Rossa del 1991, nel fare un video dove mostrava le roboanti sgommate della sua auto sportiva, è andato a schiantarsi contro un albero.

Il fatto si è verificato nella mattinata di ieri, lunedì 6 settembre 2021, introno alle 11. Il 70enne, residente di Agliana, con la sua Ferrari  "F110 ab/e", modello ormai storico valutato intorno ai 135 mila euro, si è recato nella piazza del Comune di Prato insieme a  una troupe di Pontedera composta da un cameramen e un tecnico del suono, per registrare le sgommate del bolide da pubblicare poi in rete.

IL LUOGO DELL'INCIDENTE:

La fuoriserie distrutta...

Il settantenne si è così messo alla guida della Ferrari e ha iniziato a percorrere la piazza a tutta velocità, sgommando in curva, proprio come se fosse sul circuito del Mugello, seguito da vicino dai due operatori, specializzati in questo tipo di servizi.

Dopo i primi due giri, però, l’uomo ha perso il controllo del mezzo, la Ferrari ha slittato perdendo aderenza nella parte posteriore, è finita in un’aiuola sul lato della piazza dove si trova anche il fontanello pubblico e  ha abbattuto un olivo. Inutile dire che la Ferrari da pezzo da collezione e diventata un rottame inutilizzabile.

... e il conducente in ospedale

L’operatore video, che seguiva da vicino il mezzo, è riuscito a fare un balzo e a scansare miracolosamente la Ferrari fuori controllo, riportando solo qualche escoriazione.

È andata peggio al conducente della Ferrari che ha sbattuto violentemente la testa contro il parabrezza dell’auto ed è stato trasportato in ospedale per accertamenti, anche se le sue condizioni non destano preoccupazione.

Prova su strada non autorizzata

La prova su strada con tanto di riprese non era stata autorizzata dall’amministrazione comunale, tanto più che il fatto è avvenuto solo a pochi metri dal Comando della Polizia Municipale di via Toscanini. Gli agenti, quando hanno udito il rumore dell’impatto sono prontamente intervenuti in piazza e, oltre ad effettuare i rilievi, hanno avviato ulteriori accertamenti per concretizzare le conseguenti sanzioni, come fa sapere la comandante della municipale, Enrica Cappelli.

Incredulo e preoccupato per quanto avvenuto è il sindaco Simone Calamai:

"Piazza della Costituzione è una piazza pubblica, sempre molto frequentata dalle persone e dai bambini che la percorrono per recarsi al vicino giardino "Piccolo Principe" ed è stata davvero una fortuna che nessun’altro, oltre al conducente, sia rimasto ferito o coinvolto nell’incidente. Fatti come quello avvenuto stamattina sono inaccettabili, perché mettono a repentaglio la sicurezza pubblica. La strada non è una pista da prove libere. La Polizia Municipale ha già avviato le indagini per ricostruire l’accaduto e stabilire le responsabilità".

Multa di 300 euro per il "ferrarista"

Il grande olivo, abbattuto dalla Ferrari fuori controllo, dovrà essere ripagato dall'assicurazione del veicolo. La polizia municipale di Montemurlo ha contestato una serie di sanzioni pari complessivamente circa 300 euro al proprietario e conducente della Ferrari Testa Rossa del 1991.

Per fortuna nell'incidente non sono rimaste coinvolte altre persone oltre al conducente del bolide e nessuno ha riportato lesioni. La polizia municipale per accertare le violazioni ha utilizzato il video registrato dalla troupe di operatori audio-video di Pontedera che stavano riprendendo le sgommate della Ferrari.

Nel dettaglio al conducente è stata contestata la perdita di controllo del veicolo, la velocità non regolata all'interno di un centro abitato, l'emissione di rumori molesti per un totale di multe pari a circa 300 euro. Il grande olivo che si trovava nell'aiuola, che costeggia la piazza, dovrà essere ripagato dall'assicurazione del veicolo coinvolto nell'incidente, mentre alla troupe video è stata contestata la mancata autorizzazione all'occupazione del suolo pubblico pari a 170 euro di multa.