Parco auto

Cristiano Ronaldo addio Juventus: le super-car già spedite in Portogallo

Il campionissimo juventino si è affidato a un'impresa specializzata portoghese per il trasporto delle costosissime vetture.

Cristiano Ronaldo addio Juventus: le super-car già spedite in Portogallo
Gossip 18 Maggio 2021 ore 11:31

Addio Cristiano Ronaldo, pronto ad andarsene e fare le valigie: ha già iniziato a portar via le sue lussuosissime super-car dalla splendida villa di Torino. Il video ha fatto il giro del web, anche se si vedono solo un Tir di notte e un paio di addetti impegnati a portarci sopra le macchine. Lo riportano i colleghi di primatorino.it

Sta facendo fagotto?

Tutto lascia pensare, in assenza di versioni ufficiali, che il campionissimo juventino stia facendo fagotto. C’è addirittura chi ipotizza già una data: il 24 maggio Cr7 saluterà i compagni di squadra e l’allenatore Andrea Pirlo per tornare a casa sua. In Portogallo, per adesso, in attesa di sapere dove giocherà la prossima stagione. La ditta di autotrasporti che si è occupata del lussuoso “trasloco” è infatti portoghese (Rodo Cargo) e sembra già più di un indizio. Per la verità qualche irriducibile speranzoso evidenzia che anche gli anni scorsi Cr7, prima delle vacanze estive, aveva portato qualche macchina in Portogallo in vista della pausa calcistico-italiana. Per la cronaca il calciatore possiede due Porsche 911 Carrera, una Ferrari F12, due Bugatti (Chiron e Centodieci), una Mercedes ClasseG, oltre ad alcuni Suv di serie super-accessoriati da circa 100mila euro l’uno. In tutto il valore del suo parco-auto potrebbe aggirarsi attorno ai venti milioni di euro. Non tutte queste vetture si trovavano a Torino.

Sospetti di addio

Se ne andrà dunque? I sospetti sembrano fondati considerando un paio di dettagli emersi nei giorni scorsi. Primo: la madre del calciatore, stuzzicata e forse provocata dai giornalisti gossippari, ha dichiarato che lo convincerà a tornare allo Sporting Lisbona. Secondo: la Juve sembra ben disposta a disfarsi del campionissimo che segna a valanga, questo sì, ma prende anche 31 milioni di euro netti l’anno e non ha portato i risultati sperati. Terzo: Ronaldo non ha mai dato l’idea di sentirsi veramente juventino dentro, di aver legato con i colleghi o con l’ambiente torinese anzi. Campione ineguagliabile, forse un po’ egoista in campo, forse pieno di sé, non ha vestito la maglia bianconera come una seconda pelle ma piuttosto come un’uniforme.

E questo i tifosi juventini lo sanno, l’hanno capito da tempo. Adesso il trasloco notturno della sue splendide auto di lusso, fatto tentando di mettersi al riparo da occhi indiscreti, riapre il dibattito. Se ne va? Quando va? Dove giocherà? Anche su questo c’è parecchia incertezza. Qualora dovesse partire le opzioni sono solo due o tre, quelle squadre talmente ricche da non farsi problemi di ingaggio.

 

E quindi: Psg (Francia), Manchester United (Inghilterra), City (Inghilterra) e poche altre. Il Barcellona invece, che pure potrebbe ambire a schierare la coppia dei sogni Messi-Cr7, ha talmente tanti debiti che difficilmente rientra nelle probabili destinazioni. Ma di sicuro con la spedizione dells super-car potrebbe prospettarsi l’addio di Cristiano Ronaldo.