Iniziative
iniziativa

Galliate ricorda il Maestro di Musica Nino Brustio

Oggi, domenica 30 ottobre, il Coro Polifonico Santa Cecilia in concerto

Galliate ricorda il Maestro di Musica Nino Brustio
Iniziative Ovest Ticino, 30 Ottobre 2022 ore 06:52

Nel centenario della nascita del Maestro di Musica Nino Brustio, il Coro Polifonico Santa Cecilia di Galliate lo ricorderà con un concerto a lui dedicato. L'appuntamento è per oggi, domenica 30 ottobre 2022 alle ore 16.30, nella Sala Manfredda all’oratorio di Galliate con un concerto dedicato; al pianoforte Davide Rausi, direzione musicale del Maestro Luca Solerio.

Il Maestro Brustio era nato a Galliate nel 1922

Il Maestro Brustio era nato a Galliate nel 1922, ma nel 1942 è già presente in paese come Direttore della corale “Giuseppe Verdi” seppure ancora studente al Conservatorio di Milano. Finita la guerra e gli studi  di orchestra, corale e polifonica, il Maestro diresse diverse corali, ma solo in quella di Galliate rimarrà fino a 2001.

Tanti impegni e tanti successi

Il coro galliatese, con il Maestro Brustio, incise dischi e fece importanti trasferte di lavoro. Presentò  a Novara, al cospetto di Monsignor Aldo Del Monte, le musiche perosiane suonate a Roma per le celebrazioni di don Lorenzo Perosi, compositore e direttore della Cappella Sistina. Nel 1981 il Coro eseguì  al Santuario del Varallino il concerto-meditazione “Misteri della Vita, del Pianto e della Speranza” alla presenza del futuro Vescovo di Casale Monferrato Germano Zaccheo.

 Gli anni passano e il Coro diventa grande

Gli anni passano e il Coro Polifonico Santa Cecilia di Galliate-Pernate si costituisce con atto notarile nel 1984. Ultimo evento con il Maestro Nino Brustio fu il concerto del 9 marzo  2001, si tenne in occasione dei solenni festeggiamenti per la canonizzazione del martire galliatese Giuseppe Maria Gambaro con un organista d’eccezione, don Silvio Barbaglia.

Dopo 37 anni, nel mese di maggio...

Dopo 37 anni, nel mese di maggio, il Maestro Nino Brustio, durante l’annuale assemblea, rassegnò le proprie dimissione e morì qualche anno, nel 2012,  ma il suo  ricordo rimane imperituro e il “suo” coro lo ricorda così nel centenario della nascita.

Seguici sui nostri canali