Politica
Amministrativa

Borgomanero: l'indebitamento del Comune è in diminuzione continua

La seduta ha approvato anche il bilancio di previsione 2022-2024.

Borgomanero: l'indebitamento del Comune è in diminuzione continua
Politica Borgomanero, 11 Gennaio 2022 ore 13:25

Nel corso dell'ultimo consiglio comunale del 2021 di Borgomanero è stato approvato il bilancio di previsione 2022-2024, ed è stato fatto il punto sulla situazione economica dell'ente.

A Borgomanero l'indebitamento del Comune continua a calare

L’ultimo Consiglio comunale del 2021, con tutta probabilità il penultimo di questa consigliatura, è stato celebrato il 27 dicembre. La seduta è stata chiamata ad approvare le proposte della maggioranza di mantenere inalterate le aliquote Imu e Irpef, ad approvare il documento unico di programmazione e il bilancio di previsione per il triennio 2022/2024. A presentare i documenti, che sono stati discussi tutti insieme e votati separatamente al termine del confronto, è stato il vice sindaco Ignazio Stefano Zanetta, anche assessore al bilancio: «Il bilancio - così Zanetta - segue il programma dell’amministrazione comunale di questi anni con lavori pubblici già finanziati in corso per 7.300.000 euro a cui si aggiungono altri importanti lavori per 5 milioni di euro nel 2022». «L’indebitamento del Comune è in continua diminuzione: dai 25 milioni di euro nel 2021 - ha precisato Zanetta - a 9 milioni nel 2022 per arrivare ai 6 milioni nel 2024. Nel 2022, la quota per rimborso dei mutui sarà di 1.428.000 euro; era di 2.211.000 solo nel 2016. Tutto è dovuto all’estinzione di mutui senza che altri siano stati accesi, riuscendo a finanziare le opere pubbliche tramite contributi agli investimenti, oneri di urbanizzazione, avanzi di Amministrazione, importanti risparmi dalle operazione fatte sul debito oltre alla partecipazione a diversi bandi». Il sindaco Sergio Bossi ha inoltre messo in rilievo i risultati della Città quanto a raccolta rifiuti differenziata. E’ tra i quattro migliori centri in Piemonte fra quelli superiori ai diecimila abitanti ed ha raggiunto l’85,52% di raccolta differenziata. Questo ha portato a un significativo riconoscimento a Torino all’ Ecoforum dell’Economia Circolare: il premio riservato ai Comuni “rifiuti free” istituito da Legambiente. «L’aver raggiunto questo ambizioso traguardo - così Bossi - è merito di tutti i cittadini, dell’impegno sul territorio dell’amministrazione comunale, del management e del personale del Consorzio Gestione Rifiuti Medio Novarese ai quali va il nostro ringraziamento. Questo risultato è positivo per due motivi: il rispetto per l’ambiente e il mantenimento invariato delle tariffe sui rifiuti nonostante l’aumento dei costi di smaltimento». Il dato più significativo è la “produzione” di 69 chilogrammi per abitante all’anno di rifiuti indifferenziati. Al termine della seduta, sono state espresse congratulazioni a Luigi Laterza (consigliere di Fratelli d’Italia, capogruppo di maggioranza a Palazzo Tornielli) per esser stato il più votato alle recenti elezioni provinciali: «Senza polemiche - ha detto il consigliere di minoranza Roberto Faggiano - se avessimo avuto un consigliere eletto in Provincia le questioni della strada di Piovino e dell’Itis le avremmo risolte un po’ meglio».