Novità

Capannone via Beati a Castelletto libererà lo spazio per il Cantinone

La struttura all'interno del parco cittadino potrebbe così essere valorizzata

Capannone via Beati a Castelletto libererà lo spazio per il Cantinone
Arona, 28 Aprile 2020 ore 09:38

Capannone via Beati sarà utilizzato come magazzino comunale. In questo modo il Comune pensa alla valorizzazione del Cantinone.

Capannone via Beati diventerà magazzino

L’emergenza sanitaria ha fermato anche i cantieri e la macchina organizzativa del Comune, che proprio in questo periodo dell’anno normalmente avviava numerosi lavori pubblici. Ma ciò che non si è fermata è l’attività di programmazione degli interventi sul territorio. E all’orizzonte si profila una novità importante per una struttura molto ampia e da anni al centro di numerose discussioni.  L’edificio comunale di via Beati potrebbe infatti trovare a breve un suo utilizzo come magazzino, dopo lunghi anni di dibattito su come valorizzare una struttura enorme che il Comune si è trovato sostanzialmente in eredità senza la possibilità di adibirla allo scopo per il quale era stata acquistata.

Dieci anni di discussioni sul tema

L’intenzione originaria era quella di utilizzare lo stabilimento come base operativa per i comandi della polizia locale di Castelletto e Dormelletto, ma, dopo il passo indietro dell’amministrazione dormellettese, il progetto si era bloccato e la struttura, ormai inutilizzata, nel 2011 era stata messa per la prima volta in vendita. Un lungo dibattito in Consiglio comunale ha riguardato le cifre dell’operazione. Infatti il capannone era stato acquistato a un prezzo superiore ai 300mila euro dall’Amministrazione locale, e dopo il naufragio del progetto del comando unico di polizia locale la base d’asta alla quale era stato messo in vendita scatenò forti critiche da parte dell’opposizione, che accusò la maggioranza di voler svendere l’immobile.

L’obiettivo legato al Cantinone

Dopo 10 anni di discussione dunque, la struttura potrebbe diventare un magazzino. E questa novità permetterebbe di pensare alla valorizzazione del Cantinone dal punto di vista turistico e storico. “Vogliamo avviare uno studio di fattibilità – spiega il sindaco Massimo Stilo – per capire se sarà possibile utilizzarlo come magazzino per gli operai del Comune. Trovare un acquirente per quella struttura era diventato ormai impossibile e quindi la soluzione migliore è sfruttarla al meglio delle sue possibilità. In questo modo riusciremmo a liberare il Cantinone e a valorizzarne l’aspetto storico e culturale. Dopo anni di utilizzo come magazzino quindi, la struttura tornerebbe a disposizione di tutti, con la possibilità di ammirare le antiche botti e di conoscere i metodi utilizzati in passato per la conservazione del vino”.

 

ISCRIVITI QUI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK!

E QUI AL NOSTRO GRUPPO FACEBOOK!

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità