Passo indietro

Chiara Appendino non si ricandida a sindaca di Torino

In un videomessaggio ripercorre sinteticamente i suoi anni come sindaca: un percorso in salita con molte criticità e grandi successi.

Chiara Appendino non si ricandida a sindaca di Torino
14 Ottobre 2020 ore 10:42

Ieri mattina Chiara Appendino ha comunicato ai consiglieri comunali del Movimento 5stelle che la sostengono in Sala Rossa la decisione di non candidarsi nel 2021. Lo riportano i colleghi di primatorino.it

Passo di lato per Chiara

Aveva detto più volte che avrebbe deciso durante l’estate e ancora ieri non c’era certezza riguardo alla sua decisione. La decisione di non ricandidarsi sarebbe legata sia a ragioni personali, sia politiche. Inoltre, la sua ricandidatura avrebbe reso impossibile qualsiasi tipo di accordo o alleanza con il Pd a livello locale e avrebbe offerto un argomento forte alla campagna elettorale dei suoi oppositori. La prima cittadina rinuncia quindi al secondo mandato “facendo un passo di lato” come spiega lei stessa su  Facebook.

Un percorso ad ostacoli inseguendo il cambiamento

Nel video pubblicato su Facebook, l’Appendino ripercorre sinteticamente i suoi anni come sindaca: un percorso in salita con molte criticità e grandi successi come il consolidamento del Salone del Libro a Torino, le difficoltà di bilancio della città, i tagli evitati e i servizi garantiti. La sindaca parla di una Torino che cinque anni fa aveva perso la bussola pensando di puntare tutto sul turismo e dimenticandosi la sua identità manifatturiera e che non era più in grado di garantire benessere e occupazione. Mentre oggi, la città sta tornando un punto di riferimento nazionale e internazionale dell’impresa (sorgeranno infatti due importanti distretti industriali per l’auto elettrica e l’aerospazio, i primi in Italia di questo tipo). Altro tema caldo toccato dalla Appendino è quello delle periferie tra emergenze sociali e occupazioni abusive a cui è stato risposto con una serie di interventi di riqualificazione e  inclusione sociale. Non ultimo, la sindaca ha parlato anche di ambiente e mobilità ricordando come il tema sia negli ultimi anni diventato sempre più centrale e come si sia lavorato con determinazione per una Torino più green con più piste ciclabili, più alberi, più strade pedonali e aumentando i bus elettrici. Ovviamente, conclude l’Appendino, molto è stato fatto, ma c’è ancora tanto da fare.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità