Politica
Il caso

Disagi al Fermi, la Provincia: "Abbiamo speso un milione e 300mila euro per quell'edificio"

L'istituto scolastico aronese era già stato al centro del dibattito nelle scorse settimane

Disagi al Fermi, la Provincia: "Abbiamo speso un milione e 300mila euro per quell'edificio"
Politica Arona, 20 Aprile 2022 ore 07:00

Disagi al Fermi. I consiglieri provinciali Crivelli e Mazza replicano alle parole del presidente del Consiglio di istituto e tornano sul dibattito innescato nelle scorse settimane.

Crivelli e Mazza tornano a parlare di Fermi

Continua la querelle sui lavori all’istituto Fermi di Arona. Nei giorni scorsi il presidente del Consiglio di istituto del Fermi aveva replicato al consigliere delegato della Provincia, Andrea Crivelli, che aveva parlato di “mancate sinergie” con la dirigenza scolastica, che avrebbero intensificato i disagi nella scuola a seguito dell’allagamento di un’ala dell’edificio. A tornare sull’argomento sono ora lo stesso Crivelli e la consigliera provinciale Monia Mazza, delegata al bilancio.

Le cifre sul piatto

Elencando i lavori svolti nel corso dell’ultimo periodo al Fermi, Crivelli e Mazza sottolineano ora la “sinergia tra quanto realizzato dalla Provincia e la Scuola” e annunciano per il prossimo periodo una serie di interventi che per ora sono in fase progettuale (200mila euro per il tetto della biblioteca e l’aula magna, 52mila euro per i vetrocementi dei vani scala). Per questi due lavori però, annunciano Crivelli e Mazza,  "si è resa necessaria una completa revisione della fase progettuale, operata a partire dallo scorso autunno a seguito del passaggio a un nuovo RUP (Responsabile Unico del Procedimento) che si è preso carico di risolvere le criticità precedentemente evidenziate". A questi lavori progettati, vanno ad aggiungersi alcuni interventi sulle infiltrazioni della parete esterna della palestra e su altre infiltrazioni, sulla pulizia della copertura della palestra, sulla riparazione della perdita del bagno che ha dato origine all’allagamento, sul pavimento della segreteria e su alcune porte e finestre. Per la messa in sicurezza sul fronte antincendio dell’istituto sono stati messi poi sul tavolo altri 181mila euro per la fase progettuale, 690mila euro per le opere del primo lotto (i cui lavori saranno terminati tra la fine del 2022 e l’inizio del 2023) e 550mila per quelle del secondo lotto.

Stanziato un milione e 300 mila euro in 4 anni

"Negli ultimi 4 anni per l’istituto Fermi - dicono Crivelli e Mazza - è stato stanziato un importo complessivo pari a un milione e 300mila euro. Se già con il primo mandato del Consigliere Crivelli dal 2018, ancora di più con la sinergia con la Consigliera Mazza dal 2019 abbiamo sempre considerato come obiettivo primario dell’Amministrazione provinciale l’adeguamento e il miglioramento degli spazi didattici a beneficio dei ragazzi che frequentano tutte le Scuole del nostro Territorio, senza distinzione alcuna tra le diverse aree della Provincia, ma solamente guardando le tante urgenze da affrontare nella complessità di un panorama che solo oggi vede un maggior respiro a livello di risorse economiche ed è ancora gravato della scarsità numerica delle risorse umane, specialmente tecniche. Dal 2018 effettuiamo sopralluoghi a rotazione in tutte le Scuole e non ci sono Scuole che non vengono visitate almeno una volta ogni due mesi, in ragione di lavori in corso o incontri con i Dirigenti scolastici, i rappresentanti degli Studenti, il personale con un confronto sia formale che informale e sempre proficuo, mai finalizzato alle polemiche ma sempre alla risoluzione dei problemi".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter