Progetti regionali

Disoccupati over 58: al via i cantieri di Borgo Ticino e Massino

L'obiettivo è permettere ai partecipanti di maturare i requisiti per la pensione lavorando

Disoccupati over 58: al via i cantieri di Borgo Ticino e Massino
Arona, 24 Febbraio 2020 ore 09:48

Disoccupati over 58: la Regione Piemonte ha dato il via ai cantieri di lavoro, tra i Comuni interessati dal progetto Borgo Ticino e Massino Visconti.

Disoccupati over 58 al lavoro

La Regione Piemonte finanzia i “cantieri di lavoro” per i disoccupati “over 58”. Si tratta di una misura di politica attiva, che prevede l’inserimento di persone senza occupazione, con età superiore ai 58 anni, in cantieri di lavoro temporaneo e straordinario, per favorire l’invecchiamento attivo e contribuire al conseguimento dei requisiti previdenziali ai fini pensionistici. La Regione ha invitato con un bando proprio gli enti locali alla progettazione di cantieri di lavoro, per realizzare opere o servizi di notevole rilevanza sociale. Concluso il bando, sono stati approvati ben 206 progetti pervenuti dai Comuni piemontesi, tra questi anche Borgo Ticino, al quale saranno assegnati 50.690 euro per 3 cantieri di lavoro, e Massino Visconti, a cui spetterà 60mila euro per interventi straordinari a tutela dell’ambiente.

La situazione a Borgo Ticino

“Abbiamo partecipato a questo bando a fine ottobre, solo recentemente abbiamo ricevuto comunicazione dello stanziamento – dice Alessandro Marchese, sindaco di Borgo Ticino – il nostro progetto è rivolto a 3 persone, per 25 ore settimanali, per un anno di lavoro, una di loro, come previsto dal bando stesso sarà una donna, si dedicherà alla pulizia degli stabili comunali, e dovrebbe essere indicata dai servizi sociali, invece gli altri 2 posti saranno dedicati alla valorizzazione del territorio, igiene urbana e aree verdi. Prossimamente definiremo i dettagli per partecipare al bando dei cantieri, che dovrebbero partire entro maggio. Assegneremo un punteggio maggiore a coloro a cui mancano pochi mesi per raggiungere la pensione. A noi spettano solo i costi della formazione, i dispositivi di protezione individuale e la visita medica, per i quali abbiamo previsto 2mila euro. Siamo soddisfatti di questo traguardo, è l’ennesimo risultato ottenuto dalla nostra amministrazione”.

Il progetto a Massino

“Gli interventi straordinari a tutela dell’ambiente saranno focalizzati in particolare al versante incombente sull’abitato e alla valorizzazione della rete sentieristica – commenta Antonio Airoldi, sindaco di Massino Visconti – il progetto si pone come obiettivi tutelare il territorio e soprattutto le zone che sono state oggetto di recenti interventi di messa in sicurezza, mantenendo le condizioni di pulizia e manutenzione del versante e consentendo di prevenire dissesti e smottamenti, anche in presenza di eventi temporaleschi o abbondanti piogge, pulire e contribuire al mantenimento della rete sentieristica fruibile a piedi, cavallo e bicicletta al fine di incentivarne l’utilizzo da parte della popolazione residente, anche mediante coinvolgimento delle scuole di Massino Visconti, e incentivare la presenza turistica. Si prevedono 260 giornate lavorative, per 30 ore settimanali. Gli oneri e le indennità sono a carico della Regione, invece, Irap, circa 650 euro, Inail e assicurazione spettano al Comune. Siamo contenti di questo progetto, favoriamo l’occupazione di persone del territorio, e allo stesso tempo, ci prendiamo cura del nostro paese”.

 

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei