Articolo 3

Elezioni Arona: in corsa anche Antonello De Stefano

In caso di primarie si candiderebbe.

Elezioni Arona: in corsa anche Antonello De Stefano
Arona, 07 Luglio 2020 ore 05:42
C’è anche Antonello De Stefano nella corsa alle elezioni amministrative 2020 ad Arona e, come spesso ci ha abituati, la sua partecipazione è ricca di colpi di scena.

Antonello De Stefano e Articolo 3

“Noi di Articolo 3 abbiamo iniziato un percorso con Senso Civico e il candidato Giovanni La Croce – racconta – Questo si è interrotto bruscamente a causa di problematiche tra La Croce e il Partito democratico. A quel punto mi sono interfacciato con la segretaria Pd Virginia D’Angelo che ha preso tempo salvo poi uscire sui giornali con la candidatura Roberto Faggiano. Quindi il Pd anzichè rispettare la coalizione che stava dietro a Senso Civico ha deciso di andare da solo”.

Le primarie

De Stefano è un convinto sostenitore delle primarie: “Io ho sempre detto che una coalizione non può prescindere dalle primarie affinchè sia la città a scegliere il candidato e questa sembrava la strada buona per tutti. Il pd locale però ha rifiutato ma, essendo io uno dei fondatori del Partito democratico ho ottimi rapporti con i vertici regionali e ho quindi avanzato richiesta di tornare sui propri passi e fare le primarie. Abbiamo tempo ancora una manciata di giorni>.

Il colpo di scena

Ed eccoci al colpo di scena: “Gusmeroli ha ben governato in questi dieci anni, certo con le sue origini ideologiche di appartenenza. Comunque ha un consenso forte e presentarci frammentati con tante liste non avrebbe alcun senso ne possibilità di vittoria. Se dovessero esserci le primarie io mi candiderò per Articolo 3. Se invece non ci fossero, potrei anche pensare di andare da Gusmeroli e chiedere un posto nella sua lista (Monti/Gusmeroli) da indipendente. Questo per il bene del mondo che io rappresento: gli ultimi. Conoscendo il sindaco uscente non escludo che possa accettare”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità