Il caso

Elezioni Arona: la segretaria D’Angelo replica a La Croce: “Era inadeguato”

D'Angelo: "Troveremo una nuova candidatura all'altezza di Arona"

Elezioni Arona: la segretaria D’Angelo replica a La Croce: “Era inadeguato”
Arona, 19 Aprile 2020 ore 07:00

Elezioni Arona: dopo il colpo di scena di ieri, quando il candidato sindaco sostenuto da Pd e Forza Italia Giovanni La Croce aveva ritirato la sua candidatura attaccando i Democratici, la segretaria cittadina Virginia D’Angelo fa sentire il suo punto di vista.

Elezioni Arona: arriva la replica di Virginia D’Angelo

Ieri, sabato 18 aprile, è stata la giornata del “terremoto politico”. Il candidato sindaco Giovanni La Croce, sostenuto da Pd e Forza Italia, tra gli altri, ha ritirato la sua candidatura. E lo ha fatto senza risparmiare la segreteria del Pd e i vertici locali del partito da aspre polemiche. Ora tocca alla segretaria del partito, Virginia D’Angelo, togliersi qualche sassolino dalla scarpa e rispondere per le rime al suo ex alleato. “Alla luce di quanto appreso dalla pagina Facebook del Dott. Giovanni La Croce – dice D’Angelo – in merito al ritiro della sua candidatura dalla lista “Senso Civico” che il Partito Democratico aveva deciso di sostenere, in qualità di Segretaria del Circolo di Arona mi sento in dovere di replicare agli scomposti attacchi da lui rivolti al mio partito, ai consiglieri comunali di minoranza di centro sinistra e alla mia persona”.

“La sua era una candidatura evidentemente inadeguata”

“Intendo, per questo – prosegue D’Angelo – precisare che le ripetute accuse rivolte nel suo comunicato sono prive di fondamento e non sono altro che il frutto di un’evidente inadeguatezza del Dott. La Croce a ricoprire il ruolo di candidato sindaco, facendo inoltre emergere, con questi comportamenti impulsivi, un’incapacità nella gestione del coordinamento della sua campagna elettorale. Detto questo penso che l’intesa e la fiducia con il candidato siano iniziate a venir meno dopo che lo stesso ha manifestato più volte, la totale indipendenza dai partiti criticando pubblicamente l’operato della sottoscritta, dei consiglieri comunali e di alcuni dirigenti del Partito Democratico. Prendendo atto con serenità della decisione assunta dal Dott. La Croce ci tengo a precisare che, sin da subito, io e il mio partito inizieremo a lavorare insieme alle diverse sensibilità civiche del territorio per trovare al più presto una candidatura all’altezza delle sfide che la città di Arona pone”.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità