Il caso

Fase 2 a Castelletto: ecco le proposte dell’opposizione

L'obiettivo è aiutare i piccoli commercianti del paese

Fase 2 a Castelletto: ecco le proposte dell’opposizione
Arona, 01 Maggio 2020 ore 16:19

Fase 2 a Castelletto: il gruppo consiliare di opposizione Castelletto è tua presenta la sua ricetta per sostenere la popolazione e le fasce maggiormente colpite.

Fase 2: la ricetta di Castelletto è tua

Mentre il sindaco Massimo Stilo ha presentato le novità per l’inizio della cosiddetta fase 2, il gruppo di opposizione Castelletto è tua ha depositato un documento in Comune per chiedere l’applicazione di misure urgenti a sostegno soprattutto dei commercianti e l’istituzione di un tavolo tecnico ad hoc per discutere le soluzioni più attuabili. “Con lo spirito di collaborazione che abbiamo più volte dimostrato in questo momento delicato – recita il comunicato – che muterà irreversibilmente la situazione economica del mondo intero, ad integrazione di quanto già proposto in data 11 marzo 2020 (per la quale non abbiamo ancora ricevuto risposta) poniamo alla Sua attenzione e della Sua Giunta comunale alcuni provvedimenti che riteniamo necessari per aiutare in modo concreto le attività del nostro territorio messe in ginocchio, ma che stanno dimostrando grande senso civico”.

Il denaro contro la crisi

“Ora più che mai – prosegue il documento – il denaro delle casse comunali, che è dei cittadini castellettesi, dovrà essere utilizzato per contenere la crisi in atto. Pertanto le riproponiamo quanto già segnalato con la precedente nota, ma aggiornato con il protrarsi della pandemia. La sospensione delle opere pubbliche non essenziali in questo momento (ad esempio la sistemazione del parco comunale). La sospensione della tassa di soggiorno. L’erogazione di un contributo economico, a fondo perduto, di 2.000 euro alle piccole attività che abbiano un reddito lordo 2019 inferiore ai 30mila euro. L’anticipazione del contributo ai commercianti che hanno aderito al bando di apertura attività commerciali nel centro storico. Ad integrazione anche la concessione a titolo gratuito ai locali di ristorazione e bar di spazi pubblici antistanti i locali per un periodo di 24 mesi, necessari a garantire la distanza di sicurezza. In questo periodo riteniamo che si possa rinunciare a qualche posto auto, se finalizzato ad aiutare i piccoli commercianti in difficoltà. Inoltre il realizzo di una piattaforma elettronica svolta a sponsorizzare tutte le attività castellettesi. Oggi la sponsorizzazione digitale è l’unico mezzo per agevolare la ripresa economica”

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei