La posizione

Pd Piemonte: “Grazie a noi 2 milioni ripristinati per il trasporto pubblico”

“La nostra battaglia proseguirà in Aula perché chiediamo certezze e non parole".

Pd Piemonte: “Grazie a noi 2 milioni ripristinati per il trasporto pubblico”
Politica 11 Febbraio 2021 ore 11:51

“Da settimane il Gruppo del Partito Democratico sta portando avanti una battaglia in Commissione per salvaguardare il fondo destinato al trasporto pubblico locale che la Giunta Cirio ha depauperato per destinare risorse alla sanità. Oggi è stato approvato l’emendamento Rossi – Gallo che preserva, almeno in parte, il fondo destinato al trasporto pubblico locale, riducendo il taglio a 8 milioni di euro” dichiarano il Presidente del Gruppo Pd in Consiglio regionale Raffaele Gallo e il Vicepresidente della Commissione Sanità Domenico Rossi.

La posizione

“Sia chiaro: non è quello che avremmo voluto. E’ un piccolo passo, ma non è quello che avevamo chiesto. Non mettiamo in discussione l’importanza di una legge a favore dei medici di medicina generale, tuttavia non comprendiamo come si possa finanziare con il fondo destinato al Tpl. Entrambi i settori hanno un’importanza cruciale” commentano i Consiglieri regionali dem.

“Continuiamo a non capire perché si voglia tagliare il trasporto pubblico. Per noi è sbagliato. Il trasporto pubblico avrebbe richiesto investimenti non tagli, perché si tratta di un settore in grande crisi nel quale sono a rischio posti di lavoro e servizi, oltre a essere essenziale nel contenimento della pandemia. Il vero nodo politico è comprendere, come in questo 2021 tanto difficile, potrà essere ripristinato il fondo” spiegano Gallo e Rossi.

“La nostra battaglia proseguirà in Aula perché chiediamo certezze e non parole – concludono gli esponenti del Gruppo Pd – Vogliamo sapere quando e come verrà ripristinato questo fondo. Le aziende di trasporto devono poter contare su una cifra certa e non possono accontentarsi dei “se”, dei “ma”, dei “forse”. Così come continueremo a chiedere che il potenziamento della medicina di gruppo sia inserito in un nuovo piano socio-sanitario regionale. L’impegno deve essere chiaro”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli