Cerimonia

Premiati in Provincia i 42 ragazzi che hanno aderito al Servizio civile

Ecco i nomi dei giovani che hanno ricevuto il riconoscimento

Premiati in Provincia i 42 ragazzi che hanno aderito al Servizio civile
Novara, 14 Febbraio 2020 ore 07:00

Premiati in Provincia i 42 ragazzi reduci del bando per il Servizio civile del 2018. Al via il nuovo bando.

Premiati in Provincia 42 giovani

Sono stati ricevuti nella mattinata di ieri, giovedì 13 febbraio, i 42 ragazzi che hanno da poco concluso il Servizio civile del bando 2018 in diversi enti pubblici, musei, biblioteche, associazioni di volontariato sociale del territorio provinciale. Dalla prossima settimana saranno invece operativi i 45 ragazzi del nuovo bando del 2019 che entreranno in attività. “Li presenteremo ufficialmente – spiega la consigliera delegata Elena Foti – alle 11 del 20 febbraio, nell’aula consiliare di Palazzo Natta”.

Ecco i nomi dei ragazzi premiati

La consigliera Foti ha provveduto a premiare personalmente Ivano Bassani, Vittorio Brigante, Diego Brusati, Elena Carcangiu, Gloria Castellazzi, Irene Cavallaro, Donatella Cavinato, Pietro Colombo, Martina De Pieri, Sandra Ferré, Silvia Fiore, Manuel Fortina, Federica Franzosi, Sindy Joana Franzosi, Laura Galazzo, Valentina Galbani, Lorenzo Gavin, Alessandro Genta, Margherita Giugliano, Michela Iannicello, Anna Klaus, Claudio Lacirignola, Michele Lotito, Letizia Manfrin, Giada Marcioni, Cinzia Martone, Martina Mocchia, Francesco Napolitano, Franco Obezzi, Camilla Ordiano, Rachele Pagano, Nikolas Pari, Ivan Pellizzari, Emanuela Robolino, Valentina Rossari, Elia Sinigaglia, Micaela Testa, Moustafa Toure, Matteo Turrini, Matteo Vallanzasca, Ilaria Velluto e Carlo Zanetta.

La soddisfazione della consigliera Foti

Grande soddisfazione è stata espressa dalla consigliera Foti. “I giovani – commenta la rappresentante della Provincia – hanno compiuto un percorso che è stato particolarmente ricco di occasioni di crescita. Inoltre, in diverse occasioni, sono riusciti a proporre e creare meccanismi di rete tra le varie realtà. Tutto ciò dimostra la responsabilità e l’entusiasmo con il quale hanno affrontato questi mesi di lavoro e il fatto che questi ragazzi sono stati un’importante risorsa per diversi soggetti”.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità