6 idee per arredo ufficio, anche in smart working

6 idee per arredo ufficio, anche in smart working
21 Aprile 2020 ore 10:00

Qual è il miglior arredamento ufficio? Come coniugare funzionalità e stile? La produttività è condizionata da tanti fattori, tra questi l’arredamento riveste un ruolo di primo piano. Ogni scelta richiede attenzione, ma ci sono alcuni trucchi che permettono di ottimizzare ogni progetto, utilizzabili anche per iniziative di smart working. 

I 6 segreti per migliorare subito l’arredo del tuo ufficio  

  1. Se lo spazio è poco, meglio un approccio minimale. Va distinto ciò che è indispensabile da quanto è accessorio. Conviene puntare solo sul necessario, concetto che ovviamente cambia a seconda delle esigenze produttive. È un approccio che promuove l’ordine nell’ambiente lavorativo. 
  2. Offerte online per conciliare qualità e convenienza. Il web permette di disintermediare il rapporto tra acquirente e produttore. Si possono così trovare operatori specializzati, come nel caso dell’arredo ufficio Castellani Shop, in grado di presentare un’offerta di qualità, Made in Italy, a prezzi competitivi. Rivolgendosi ai produttori si ha inoltre la possibilità di acquistare articoli realizzati su misura. 
  3. Lo spazio in verticale fa la differenza. Soprattutto quando gli ambienti non sono molto ampi, lo spazio in verticale diventa fondamentale. Si possono installare mensole e/o inserire mobili che si sviluppano soprattutto in altezza (come ad esempio librerie). Qui possono essere archiviati documenti, posti dispositivi utili al lavoro (stampante wireless o hard disk esterni) o altro materiale funzionale alle dinamiche lavorative. 
  4. Mai rinunciare a ordine e pulizia. È un imperativo che riguarda sia la pianificazione dell’intero progetto, sia la gestione quotidiana degli spazi di lavoro. Solo un contesto ordinato fornisce immediato accesso agli strumenti di lavoro, lasciando sullo sfondo ogni distrazione. La pulizia è altrettanto importante: sporco e disordine sono nemici dell’efficienza. Meglio ricorrere quindi a scrivanie funzionali e facili da pulire, senza eccedere nei dettagli d’arredo. 
  5. Ergonomia è la priorità per scrivania e sedie da ufficio. Approfittare di sedie e scrivanie ergonomiche significa lavorare in una condizione che fa bene alla salute e aiuta a restare concentrati. È essenziale che la sedia sia regolabile in altezza e per quanto riguarda lo schienale, meglio se prodotta nel rispetto della normativa UNI EN 1335. Anche la scrivania deve avere dimensioni appropriate, consentendo la collocazione del monitor a una distanza di almeno 50 cm.
  6. Guai a sottovalutare i mobiletti contenitore. Avere ciò che serve a portata di mano è cruciale, ma lo è altrettanto un’attenta organizzazione dei documenti da archiviare. In questa prospettiva è prezioso il contributo dei mobiletti contenitore, che in poco spazio possono ospitare, in modo ben strutturato, molte risorse cartacee. Nonostante la digitalizzazione, i documenti tradizionali sono ancora necessari in alcuni contesti.
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei