Sponsorizzato

Novara calcio: una prima parte di stagione in totale emergenza

Novara calcio: una prima parte di stagione in totale emergenza
06 Ottobre 2020 ore 07:30

Una settimana ricca di problematica e che sicuramente si presentava delicata sotto tanti aspetti per il Novara calcio. Non c’è solamente il campionato, ma pure il calciomercato a prendersi la scena e a catalizzare l’attenzione di un po’ tutti gli appassionati.

È ora di fare l’esordio ufficiale in campionato tra le mura amiche contro la Lucchese, dopo aver lasciato per strada i tre punti in un derby sempre ostico, come quello disputato alla prima giornata contro la Pro Vercelli. L’obiettivo, chiaramente, è quello di provare a salire di categoria, tornando nella serie cadetta, ma non sarà affatto facile, anche per via della complicata societaria, ma non solo, dato che ci sono diverse squadre che si sono adeguatamente rinforzate per puntare alla Serie B.

Anche dando un’occhiata ai bookmakers si può intuire come non ci sia una favorita rispetto alle altre, ma piuttosto un lotto di squadre che si contenderanno la promozione fino alla fine. Per chi volesse provare a puntare, ci sono diverse piattaforme online che tornano proprio utili a tale scopo. Estremamente comodo il fatto di poter puntare direttamente tramite il proprio device mobile, smartphone o tablet che sia. Anche in questo caso, è bene mettere in evidenza come ci siano tante soluzioni di casino per dispositivi mobile che sono assolutamente sicure e in grado di garantire alti livelli di affidabilità e di protezione dei dati e dei movimenti di gioco degli utenti.

Il problema infortuni

L’emergenza tra infortuni e assenze è arrivata fin troppo presto in questa stagione e, di conseguenza, le gare con Lucchese e Giana Erminio potrebbero riservare anche dei passi falsi. È necessario metterli in conto, soprattutto per via del fatto che l’allenatore ha veramente i giocatori contati da far scendere in campo nelle prossime due gare.

I motivi? Sia le partenze legate al calcio mercato, visto che Bortolussi se ne è andato dal reparto offensivo, Nardi ha lasciato sguarnito il centrocampo, mentre Cassandro e Barbieri hanno salutato la retroguardia difensiva. Il problema è che, per il momento, non sono stati ancora rimpiazzati, dato che la società non è stata in grado di trovare ancora i sostituti.

Partenze e tante incognite

Non solo problemi legati alle partenze, ma anche la forma fisica certamente non eccelsa di diversi calciatori e alcuni nuovi innesti che rappresentano in tutto e per tutto delle scommesse. Le più importanti incognite della squadra? Indubbiamente il reparto in difesa, dal momento che sono presenti alcuni giocatori che hanno fatto pochissimi giorni di allenamento dal raduno a oggi. Nello specifico, il riferimento è per i due centrali che avrebbero la titolarità assicurata, ovvero Sbraga (che è stato fermo ai box per colpa di un’infiammazione) e Pogliano (dopo un mese in isolamento per via del Coronavirus, aveva ripreso gli allenamenti, ma ora è di nuovo ai box per colpa di un affaticamento muscolare).

E la linea verde sulle fasce porta comunque dei rischi, per quanto sia assolutamente una scelta rispettabile e da incentivare. Lamanna, classe 2002, che mancherà dal 4 al 10 ottobre per via di un impegno con la Nazionale giovanili, e Pagani, classe 2003, proveranno a far valere la loro freschezza e forza fisica. 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità