IGNOTI I RESPONSABILI

Blitz vandalico notturno: svastiche disegnate in alcuni luoghi simbolo del Cuneese

Forte condanna da parte del sindaco di Cuneo e da Anpi Piemonte: individuare quanto prima i responsabili.

Blitz vandalico notturno: svastiche disegnate in alcuni luoghi simbolo del Cuneese
01 Giugno 2020 ore 10:49
Svastiche e croci celtiche disegnate sull’asfalto con la vernice blu: un blitz notturno che ha preso di mira il monumento alla Resistenza a Cuneo e la zona antistante la caserma Giovanni Cerutti in via Divisione Cuneense, nel comune di Boves. Entrambe le città sono Medaglia d’Oro alla Resistenza. I simboli sono comparsi nella notte tra sabato 30 a domenica 31 maggio.

Svastiche davanti al monumento della Resistenza

Nonostante la Polizia abbia già effettuato i rilievi del caso resta al momento ignota l’identità di coloro che hanno disegnato delle svastiche sull’asfalto di fronte al monumento della Resistenza di Cuneo. Anche a Boves i simboli del partito nazista sono stati disegnati con vernice blu, il che fa presumere che la mano che ha compiuto i due atti vandalici possa essere la medesima.

Il sindaco di Cuneo

Sulla vicenda è intervenuto anche il primo cittadino di Cuneo, Federico Borgna, che sulla sua pagina Facebook ha commentato l’accaduto:

“Un gesto ignobile che deve rafforzare in ognuno di noi la consapevolezza di quanto è necessario proseguire a divulgare i valori della resistenza, della libertà e della democrazia. La mano che compie gesti come questo o è guidata da una testa che ignora la storia oppure, e questo deve farci riflettere molto, è guidata da qualcuno che ancora oggi crede che la dittatura, la negazione delle libertà personali, le teorie sulla razza e la violenza siano i folli strumenti per governare i popoli.”

Anpi Piemonte

Ughetta Biancotto, presidente Comitato provinciale Anpi Piemonte ha reso noto che le associazioni antifasciste deplorano e sottolineano la gravità di questi fatti avvenuti in luoghi significativi delle città. Si chiede inoltre alle forze dell’ordine massimo impegno per individuare i responsabili dell’atto vandalico con un forte significato politico.

Da Prima Cuneo

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità