Fase 2 e sport

Rischio alcalosi e svenimenti durante la corsa con la mascherina: fate attenzione!

L'organismo si troverebbe in carenza di ossigeno e in “surplus” di anidride carbonica.

Rischio alcalosi e svenimenti durante la corsa con la mascherina: fate attenzione!
10 Maggio 2020 ore 10:20

Runner, e più in generale gli sportivi, tornano al centro del dibattito anche nella Fase 2. Questa volta perché le indicazioni che alcune Regioni stanno dando per il via libera all’attività sportiva rischiano di metterne a repentaglio la salute.

Corsa e sport con la mascherina: rischio alcalosi

La Regione Campania, ad esempio, ha deciso di concedere la possibilità di fare attività motoria all’aperto ma con obbligo di mascherina.

Una decisione questa criticata da diversi medici sportivi. Il motivo è semplice: con la mascherina si respira molta più anidride carbonica dato che questa crea un ambiente “chiuso” in cui resta l’aria respirata. In condizioni di riposo la cosa oltre a una leggera difficoltà a respirare non causa problemi.

Sotto sforzo però può portare all’alcalosi e allo svenimento perché l’organismo si troverebbe in carenza di ossigeno e in “surplus” di anidride carbonica.

Il rischio quindi è di mettersi in salvo dal rischio contagio dovuto ai droplet, le goccioline create dal respiro che possono essere veicolo del virus, ma non dallo svenimento lungo la strada o in campagna.

Allo studio dpi ad hoc per evitare svenimenti

Sul tema è intervenuto anche il dottor Alberto Macis dell’Istituto di Medicina dello Sport della Federazione medico sportiva italiana (le cui parole sono state anche al centro di una fake news, perché riproposte sui social cancellando però i riferimenti al contesto sportivo delle sue avvertenze):

“La mascherina è controproducente se indossata durante la corsa o, comunque, durante l’attività motoria. Parliamo, naturalmente, di mascherine chirurgiche, che hanno lo scopo di proteggere gli altri dalla vaporizzazione del respiro di chi le indossa. I ‘droplet’, le goccioline che veicolano il virus, vengono bloccate, proteggendo le persone che stanno accanto. Capisco che chi governa debba decidere facendo attenzione alla testa degli altri, ma la mascherina crea problemi”.

Diverse aziende si stanno comunque attrezzando per la realizzazione di mascherine appositamente studiate per l’attività sportiva intensa. Tra queste, in testa ci sono anche diverse realtà italiane già ben note agli appassionati di sport.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei