Idee & Consigli

OSS o infermiere: quali sono le differenze?

Pensi che OSS e infermieri siano professionisti uguali? Dobbiamo deluderti, si tratta di due attività relativamente diverse che, però, hanno sicuramente dei punti in contatto.

OSS o infermiere: quali sono le differenze?
Idee & Consigli 20 Aprile 2022 ore 11:29

Devi sapere che la figura dell’OSS è piuttosto ibrida e, ancora oggi, viene adibita a mansioni che variano da caso a caso. Per aver una maggiore chiarezza dei ruoli, abbiamo deciso di riportare le distinzioni tra OSS e infermiere nelle prossime righe.

Chi è l’OSS?

L’OSS è una figura professionale istituita con la conferenza Stato/Regioni del 22 febbraio 2001. Si tratta di un professionista che svolge un periodo di formazione professionale a seguito dell’ottenimento di un attestato di qualifica. Questi professionisti devono seguire un percorso di 1000 ore di cui 550 di tirocinio.

Al termine di questo percorso, l’OSS potrà collaborare fianco a fianco con l’infermiere oppure con l’ostetrica e svolgere una serie di attività assistenziali in base all’organizzazione dell’unità funzionale a cui appartiene. Il suo obiettivo è quello di soddisfare i bisogni primari del paziente e favorirne il suo benessere.

Chi è l’infermiere?

A differenza dell’OSS, l’infermiere deve percorrere un percorso universitario che termina con una laurea. Mentre l’OSS ottiene un attestato di qualifica dopo un corso regionale, l’infermiere è una professione autonoma che richiede anche l’iscrizione ad un albo.

Inoltre, l’infermiere è Responsabile dell’Assistenza Infermieristica, è in grado di identificare i bisogni sanitari del paziente e valuta l’intervento assistenziale. Può sfruttare anche l’opera del personale di supporto. Tuttavia, avvalendosi di queste altre figure, attribuisce e non delega i compiti previsti in quanto rimane detentore delle facoltà decisionali in merito al suo lavoro. Una professionalità decisamente più spiccata.

Punti in comune

Entrambi, nella maggior parte dei casi, sono liberi professionisti e quindi necessitano di aprire una posizione fiscale regolare. Molte di queste figure hanno scelto in rete come attivare e gestire i propri adempimenti. Soluzioni come Fiscozen si sono imposte rapidamente nel campo dei servizi online che permettono di tenere in ordine ogni aspetto fiscale della propria attività in maniera semplice utilizzando una piattaforma software con un servizio di consulenza professionale.

OSS e infermieri possono accedere a una soluzione dedicata per aprire e gestire la partita iva da OSS oppure da infermiere con un abbonamento annuale di soli 299 € + Iva per il regime forfettario.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter