coronavirus

Covid-19, le nuove raccomandazioni per la prevenzione

Con il DPCM del 4 marzo è stato diffuso l’aggiornamento delle misure igienico sanitarie da seguire

Covid-19, le nuove raccomandazioni per la prevenzione
07 Marzo 2020 ore 10:10

Covid-19, aggiornamento sulla misure di prevenzione. Per prevenire il contagio e limitare il rischio di diffusione del nuovo Coronavirus è fondamentale la collaborazione e l’impegno di tutti a osservare alcune norme igieniche. Nel dpCm (decreto del presidente del Consiglio dei ministri) pubblicato in Gazzetta ufficiale il 4 marzo è chiesto a scuole, università e uffici pubblici di esporre le seguenti misure di prevenzione igienico sanitarie. Ai sindaci e alle associazioni di categoria è stato chiesto di promuoverne la diffusione anche negli esercizi commerciali (dalle farmacie ai supermercati).

Covid-19, le raccomandazioni

– Lavarsi spesso le mani. Mettere a disposizione in tutti i locali pubblici, palestre, supermercati, farmacie e altri luoghi di aggregazione, soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani.
– Evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute.
– Evitare abbracci e strette di mano.
– Mantenimento, nei contatti sociali, di una distanza interpersonale di almeno un metro.
– Igiene respiratoria (starnutire e tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie).
– Evitare l’uso promiscuo di bottiglie e bicchieri, in particolare durante l’attività sportiva.
– Non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani.
– Coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce.
– Non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico.
– Pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol.
Usare la mascherina solo se si sospetta di essere malati o se si presta assistenza a malati.

Perché le raccomandazioni di distanziamento

L’Istituto superiore di sanità (Iss) sottolinea che queste misure di distanziamento sociale “hanno lo scopo di evitare una grande ondata epidemica, con un picco di casi concentrata in un breve periodo di tempo iniziale che è lo scenario peggiore durante un’epidemia per la sua difficoltà di gestione”. “Nel caso del coronavirus – spiega l’Iss – dobbiamo tenere conto, inoltre, che l’Italia ha una popolazione anziana, peraltro molto più anziana di quella cinese, e bisogna proteggerla il più possibile da contagi. Le misure indicate dalle autorità quindi vanno seguite nella loro totalità”. Consulta il primo piano dell’Istituto superiore di sanità

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei