Diffusione capillare del nome nel territorio: come riuscirci grazie al packaging personalizzato

Diffusione capillare del nome nel territorio: come riuscirci grazie al packaging personalizzato
30 Marzo 2020 ore 07:34

Prodotti personalizzati, marchi immediatamente riconoscibili ed un processo identificativo intrinseco all’interno della logica umana. Sono questi gli ingredienti che, ad oggi, hanno reso grande il settore del marketing. Un settore in forte ascesa prorio grazie allo sfruttamento dell’identità di massa, vero caposaldo della nostra cultura. Per la vostra attività, è fondamentale che chiunque abbia comprato da voi sia immediatamente riconoscibile agli occhi del pubblico, poiché è come se ogni cliente si tramutasse in un product placement: una pubblicità ambulante che contribuisce a far crescere la vostra azienda.

Icone e cultura di massa: quali sono i meccanismi del marketing?

Prendiamo, ad esempio, un’attività di ristorazione: i numerosi clienti che si affidano a questa hanno tre principali vettori di consumo: il pasto consumato in loco, l’asporto e la consegna a domicilio. In tutti e tre i casi, sono i vostri stessi clienti a tramutarsi in una buona pubblicità per la vostra azienda, poiché avere un locale sempre pieno è indice di qualità, mentre il moltiplicarsi di vettori pubblicitari a vostro nome, tra shopper da asporto e a domicilio, rende il vostro marchio visibile anche nelle altre zone della città, aumentando la vostra popolarità.
Infatti, la mente umana è portata a pensare che la quantità di materiale pubblicitario in giro sia direttamente proporzionale alla qualità del prodotto stesso. Basti pensare all’incessante martellare di alcune pubblicità nel mondo del tubo catodico, o alle migliaia di annunci riscontrabili in internet. Una buona azienda per la personalizzazione del packaging permetterà anche a voi di entrare in questo circolo vizioso, e la diretta conseguenza sarà l’aumento del volume dei vostri affari.

Personalizzare il proprio packaging: una tecnica che ha successo sin dagli anni ’80

In realtà, questo è un ragionamento che esiste sin dagli anni ottanta, quando i primi centri commerciali aprirono in Italia e i brand internazionali entrarono a far parte della nostra vita quotidiana. Basti pensare alle grandi case della moda, che griffano in maniera pacchiana le proprie shopper, o ai volantini adesivi appesi ad ogni palo della città. Quelli sono due sinonimi dello stesso fenomeno, che porta il cliente finale ad identificarsi ed a fidelizzarsi. E’ importante, quindi, per ogni attività valorizzare il proprio marchio ed il proprio prodotto, facendo in modo di incrementare così la propria portata pubblicitaria. I vostri clienti, in fondo, sono il miglior feedback possibile.

Personalizzare il proprio packaging permette ad un attività di crescere: ecco come

Personalizzare il proprio packaging è stata una delle migliori soluzioni commerciali mai adottate. Si tratta, infatti, di un operazione pubblicitaria a bassissimo costo, che uniforma ed accomuna l’intero nucleo della clientela di un determinato marchio.
Infatti, nel commercio, uno degli impatti più importanti a livello psicologico è quello dell’identificazione: avere delle shoppers, o magliette, o qualsiasi altro accessorio di un determinato brand aiuta l’uomo ad identificarsi all’interno di un nucleo, dandogli così un senso di famigliarità ed inclusione. Non solo, perché man mano che la forza di un brand cresce, più persone vorranno entrare a farne parte, dando così vita a quel circolo vizioso che è alla base dell’economia consumistica moderna.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei